Italy

Così Camilla, la donna che non voleva esser regina ha conquistato Londra

Ha confessato che in questo lungo lockdown ha finalmente capito il senso di Internet, delle opportunità digitali del nostro tempo. E ha notato che il marito il principe Carlo — nonostante il forzato isolamento nei mesi di emergenza Covid 19 — «si è mantenuto in forma come una capretta di montagna». Così Camilla, duchessa di Cornovaglia (duchessa di Rothesay, contessa di Chester e molto altro) che il 17 luglio compie 73 anni, emerge da questa difficile primavera 2020 forte di una nuova empatia che ha saputo finalmente mostrare verso il pubblico. Ieri il suo abito avorio spiccava a contrasto delle divise scarlatte dei Chelsea pensioners (i militari anziani) che mascherina sul viso l’hanno accolta al Royal Hospital Chelsea a Londra.

Compleanno

Ed era davvero il regalo di compleanno che Camilla desiderava di più: costruire finalmente un rapporto di empatia con il mondo, e i cittadini (specie i tanti della sua generazione) di quel regno che suo marito Carlo guiderà. Lontani gli anni in cui per il mondo Camilla Shand era soltanto la «terza persona» di un rapporto amoroso portato in tv dalle confessioni di Diana nel programma Panorama della BBC. E lontani anche quelli dell’ufficializzazione, timida, del suo amore per Carlo quando nel 2005 nella cappella di Windsor (con un defilato abito grigio azzurro) si univa in matrimonio al principe di Galles. Un sì d’amore pronunciato come un bisbiglio, con un ricevimento che in realtà fu soltanto un tea time, per non urtare la sensibilità dei britannici e del mondo ancora turbati per la tragica scomparsa in un incidente d’auto a Parigi della «Principessa del Popolo», Diana, così battezzata da un giovane Tony Blair.

shadow carousel

Camilla e Carlo in tour nel Regno Unito post Covid
Il sì nel 2005

Da quel 2005 a oggi per la duchessa di Cornovaglia sono stati lunghi anni di sostegno — senza mai fare clamore — verso il lavoro del marito, amore di una vita, Carlo. Camilla che la regina ha accolto tra i Windsor, dopo le turbolenze sentimentali che portarono al divorzio di Carlo e Diana, più che una disgregatrice di famiglie, quando le ho parlato in un paio di occasioni durante i suoi viaggi in italia, mi è parsa lontana dall’immagine di innamorata eternamente gelosa. Conversando con lei, come racconto nel mio libro «I Segreti di Buckingham Palace»(Cairo), la sua voce è calma e rassicurante, e insomma la donna che scatenò negli anni ‘90 a Londra una crisi istituzionale (seconda solo a quella scatenata da Wallis Simpson) appare sensibile, molto minuta, più delicata di quanto sembri nelle immagini pubbliche. Certo, la Camilla di oggi non è quella dell’affaire con Carlo raccontato da Diana nella sua celebre intervista alla BBC.

La rivincita su Harry e Meghan

Nella Londra che riemerge, come il resto d’Europa, dalle paure del Covid, se il desiderio di indipendenza di Harry e Meghan che fece clamore a inizio anno oggi ha i contorni sbiaditi di un capriccio da ragazzi, Camilla con la sua semplice umanità, la sua personalità che non cerca i riflettori, emerge al confronto come la donna giusta per affiancare l’erede al trono in una stagione complessa. Dove a contare saranno i valori veri, più che il glamour che la ragazza che conquistò Carlo ragazzo forse non ha mai avuto. E se lei continua a insistere - anche con una pubblica dichiarazione recente - che non ha intenzione di prendere alcuna corona di regina, è chiaro che non sarà soltanto Duchessa di Lancaster (titolo che le spetterebbe se non avrà quello di regina). Sarà regina consorte al fianco di Carlo. Perché nel Regno Unito non hanno mai avuto alcun valore le unioni morganatiche (dove il sovrano e i suoi amori non condividono lo stesso destino sul trono) e perché così dice la costituzione non scritta britannica. E soprattutto perché questo ormai è il ruolo che le spetta.

Football news:

Bene bene su 0:1 con Siviglia: delusione. Wolverhampton ha saltato troppo spesso negli ultimi minuti
Immobile su Newcastle: hanno chiamato il mio agente quando gli sceicchi stavano comprando il club
Liverpool è sicuro che firmerà Tiago. Il giocatore ha già accettato il contratto e preme sul Bayern
Il nostro giudizio = paura e impotenza. Invece di Kaloshin e Kashai-un sistema senz'anima, a cui non importa
Lothar Matteus: Messi non è abbastanza per passare un Bayern del genere. Non ho paura del leopardo
Thomas Tuchel: Mbappe giocherà con Atalanta se non succede nulla
Lille ha acquistato da Gand 20 anni, l'attaccante David. E ' il miglior cecchino della CONCACAF Cup