Nella zona rossa istituita a Sant'Antonio Abate, in relazione ai casi positivi registrati tra i partecipanti a numerosi eventi presso la struttura ricettiva "Sonrisa", sono stati sottoposti a tampone negli ultimi due giorni oltre 400 cittadini. Di questi, al momento, sono risultati positivi altri 4 abitanti nella strada posta in quarantena, che si aggiungono ai casi registrati nei giorni scorsi.

I controlli 

Da questa mattina sono state attivate nel Comune di Sant'Antonio Abate 15 postazioni per sottoporre a tappeto, ai test rapidi, l’intera popolazione che conta circa 20mila abitanti. Tra oggi e domani l'intero screening di massa sarà completato.
E' urgente e necessario che la struttura ricettiva, come già da reiterate richieste ufficiali dell'Asl Napoli 3, fornisca gli elenchi e dia indicazioni precise su tutti i partecipanti ai vari eventi, feste e iniziative di qualsiasi tipo, che si sono svolte nelle ultime settimane.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Play

Replay

Play Replay Pausa

Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio

Indietro di 10 secondi

Avanti di 10 secondi

Spot

Attiva schermo intero Disattiva schermo intero

Skip

Attendi solo un istante

, dopo che avrai attivato javascript

...
Forse potrebbe interessarti

, dopo che avrai attivato javascript

...

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Il caso

Finora è stato possibile ricostruire i contatti per sole poche decine di partecipanti. Della mancata esibizione degli elenchi è stata già informata l'autorità giudiziaria. Il Presidente della Regione ha invitato la direzione dell'Asl a richiedere ufficialmente l'impegno diretto e immediato delle forze dell'ordine affinché vengano forniti gli elenchi di quanti hanno partecipato agli eventi - per poter procedere all'individuazione tempestiva di eventuali altri contagi - e perché vengano perseguiti comportamenti irresponsabili che vanno oltre il tollerabile.

In Evidenza