This article was added by the user . TheWorldNews is not responsible for the content of the platform.

Covid 19 in Campania, De Luca: “Creare clima accogliente per vaccinare i bambini” (VIDEO)

Covid 19 in Campania: il governatore Vincenzo De Luca fa il punto sulla campagna di vaccinazione per 400mila bambini tra i 5 e gli 11 anni. Sul Capodanno: “Decidano i sindaci: li invito alla prudenza”.

Nella consueta diretta Facebook del venerdì, il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, fa il punto sui contagi da Covid 19 in Campania: “Ieri c’erano 1327 positivi -afferma il numero uno di Palazzo Santa Lucia – La quasi totalità di questi è pauci sintomatica o asintomatica. Abbiamo un’occupazione dei posti letto ordinari di 320 unità, 23 posti di terapia intensiva occupati. Questo dato rimane stabile, è lo stesso da una decina di giorni.

Il problema è che quando arriviamo a numeri elevati di positivi, anche se asintomatici, quello che salta è il tracciamento, cioè l’indagine sui contatti che ogni positivo ha avuto per cercare di frenare la diffusione del contagio. Se hai 100 positivi, puoi fare 1000 o 2000 rilevazioni sui contatti di ogni positivo. Se i positivi sono 1300 o 1500 il tracciamento diventa impossibile”.

La grande sfida è adesso rappresentata dall’imminente campagna di vaccinazione per 400mila bambini da 5 a 11 anni: “Cercheremo di mettere in piedi una campagna di vaccinazione la più attenta, la più efficace e la più rasserenante per le famiglie e per i bambini -sottolinea- Ci saranno sicuramente dei padiglioni dedicati ai bambini nei centri di vaccinazione ordinari, ma vorremmo fare qualcosa di più. Vorremmo lavorare soprattutto dentro le scuole per avere giornate di vaccinazione per i bambini anche più leggere, gradevoli, stampando materiale che richiami i personaggi delle favole o dei cartoni animati, dare qualche piccolo gadget ai bambini.

Vogliamo creare un clima familiare, far vivere ai bambini la campagna di vaccinazione come un gioco fatto con i propri amichetti. Dobbiamo avere la delicatezza e la sensibilità anche per creare un ambiente e un clima accogliente. Ce la metteremo tutta, ma sono 400mila i bambini da vaccinare due volte”.

Nuovo appello all’uso della mascherina, in Campania obbligatorio da più di un anno e mezzo: “Siamo l’unica regione d’Italia nella quale è rimasto sempre obbligatorio l’uso della mascherina sulla base dell’ordinanza della Regione Campania -prosegue De Luca- Non vorrei che dall’essere stati i primi in termini di prudenza diventassimo gli ultimi, perché dal punto di vista dell’uso della mascherina continuo a rilevare troppa rilassatezza e pochi controlli, sui lungomari delle nostre città, all’uscita delle scuole. Faccio ancora appello alle forze dell’ordine, alle polizie municipali perché si organizzino per controlli anche a campione, per mettere in piedi un’attività di dissuasione, per avere nei luoghi degli assembramenti delle pattuglie almeno per richiamare soprattutto i ragazzi all’obbligo di indossare la mascherina. È un piccolo gesto di responsabilità che ha una grande utilità nel contrasto al contagio”.

L’attenzione del governatore va poi al Capodanno: “Invito i Sindaci a fare valutazioni di grande prudenza in relazione alle feste di Capodanno. Io sono per sconsigliare queste feste e adottare una linea di prudenza, ma decidono i singoli Comuni quello che vogliono fare, salvo che non ci dovesse essere un aggravamento pesante della situazione epidemica, e in questo caso decide la Regione con ordinanze vincolanti per tutti. Se la situazione rimane quella di oggi, decideranno nella loro responsabilità le singole amministrazioni comunali. Ripeto, io sono per una linea di prudenza perché diventa impossibile fare controlli a Capodanno”.