Italy

Covid-19 nei bimbi, il parere del pediatra Ravelli

Leggi anche

coronavirus vaccino Israele

Salute & Benessere

Contro il coronavirus è in arrivo un vaccino passivo da Israele. Si tratta di una terapia che interrompe il decorso della malattia.

coronavirus-farmaci-antimalarici

Salute & Benessere

Secondo uno studio americano questi farmaci antimalarici, sponsorizzati anche da Trump, aumenterebbero i rischi cardiaci.

coronavirus-indebolito-crisanti

Salute & Benessere

Il virologo veneto Andrea Crisanti ha pochi dubbi in merito al Coronavirus e la sua perdita di forza.

Incubi coronavirus notte

Salute & Benessere

Incubi e sogni sul coronavirus: secondo gli esperti è normale averli ma, hanno assicurato, sarà soltanto una condizione temporanea.

Secondo il pediatra Ravelli nei bambini il Coronavirus si manifesterebbe con una sindrome più grave della Kawasaki.

coronavirus-bambini-malattia
Coronavirus nei bambini: la malattia è più grave della sindrome di Kawasaki

Potrebbe non essere la sindrome di Kawasaki quella che si manifesta nei bambini risultati positivi al Coronavirus. A sostenerlo è il pediatra Angelo Ravelli, direttore della Clinica di Reumatologia dell’ospedale Gaslini di Genova. L’esperto, in una intervista concessa al giornale ‘Open’, ha ammesso che quanto sta avvenendo in tutto il mondo – soprattutto negli Stati Uniti e Gran Bretagna – è molto preoccupante, tanto che la sindrome sembrerebbe essere ben più grave della Kawasaki. Ne è quasi certo Ravelli, in virtù dell’analisi di quelli che sono sintomi e caratteristiche della sindrome che si sta manifestando nei bambini positivi al Coronavirus.

Per il pediatra del Gaslini di Genova, infatti, alcuni aspetti sono nettamente differenti rispetto alla sindrome di Kawasaki: “I pazienti manifestano dolori addominali, vomito, interessamenti del miocardio che non sono sintomatologie tipiche della Kawasaki. Inoltre, in alcuni casi si sono riscontrati livelli di piastrine più bassi e cali dei linfociti che non corrispondono a quella sindrome”.

È questo il parere di Angelo Ravelli.

Il Coronavirus nei bambini: il parere dell’esperto

Secondo Ravelli, infatti, nei bambini – in seguito alla positività da Coronavirus – sono state riscontrate sindromi: “Da attivazioni macrofagica e sindromi di shock tossico. Nei bambini osservati durante la pandemia sono molto più frequenti, soprattutto nei pazienti inglesi e statunitensi”. In Italia, invece, il quadro sembra essere abbastanza chiaro: “La malattia qui sembra avere caratteristiche più compatibili alla Kawasaki – osserva il pediatra Ravelli – da noi abbiamo avuto un quadro più ampio, nel mondo anglosassone ci si è interfacciati solo con i casi più gravi”.



La sindrome che sta colpendo i bambini positivi al Coronavirus, comunque, non sembrerebbe essere fatale. “Dall’inizio dell’epidemia, in Italia non è morto nessuno mentre a New York ci sono stati tre decessi, uno in Francia. Fortunatamente i pediatri italiani sono stati i primi al mondo a condividere e diffondere l’allerta”.

E i casi sono di gran lunga inferiori rispetto all’estero: “Solo 6 al Gaslini mentre una ventina a Bergamo”.

Football news:

Spartacus-Lokomotiv: chi vincerà?
Rafael Leau sulla vittoria contro la Juve: tutti i giocatori di Milano hanno combattuto per ogni palla
Griezmann rimarrà a Barcellona per la prossima stagione
Cristiano sulla sconfitta da Milano: testa alta, continuiamo a correre!
Questo è il miglior Milan degli anni: supercambec con la Juve (3 gol in 5 minuti!) salvato l'intrigo in Serie A
Zlatan Ibrahimovic: sono presidente, giocatore e allenatore! Se fossi stato a Milano dall'inizio della stagione, avremmo preso lo scudetto
Sarri sulla sconfitta da Milano: 60 minuti abbiamo giocato a calcio di prima classe. Quindi-torbidità