Italy

Covid: altro record di contagi in Italia, aumentano i decessi. Annunciate nuove misure: “Chiusura territori”

Altro bollettino negativo per l’emergenza coronavirus. Oggi, sabato 31 ottobre, sono cresciuti ancora i contagi, giunti a 31.758. In aumento anche i morti, che raggiungono la cifra di 297 unità. In terapia intensiva c’è stato un aumento di 97 pazienti nelle ultime 24 ore e ora le persone in rianimazione sono 1.843. Per quanto riguarda i ricoveri in reparti Covid c’è stato un incremento di 972 unità. Al primo posto per contagi la Lombardia, che ha avuto in un giorno 8.919 infetti.

Intanto, è stato convocato il Comitato Tecnico Scientifico in modo urgente. Si annunciano dunque nuove misure nelle prossime ore con la possibilità di “chiusura di territori”. Da questa riunione emergeranno novità importanti sul quadro epidemiologico italiano. Da segnalare anche 2.697 contagi in Veneto con 12 morti. 104 in Valle d’Aosta, mentre sono 762 in Puglia. Male anche la Toscana, con 2.540 casi, ma complessivamente casi in aumento praticamente dappertutto. (Continua dopo la foto)

Il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, ha confermato che sono “probabili una, due o tre settimane di stop a livello territoriale”, visto che al momento chiusure generalizzate sembrerebbero escluse. Ormai, come detto nelle scorse ore, siamo a un passo dalla fase 4. I contagi da Coronavirus continuano ad aumentare e preoccupano la curva epidemiologica in cotante salita ripida e la tenuta degli ospedali. Ecco perché si potrebbe concretizzare lo scenario di tipo 4, cioè quello che si prospetta quando i valori Rt regionali sono prevalentemente e significativamente superiori all’1,5, con una rapida e grande crescita di persone che risultano positive al virus. (Continua dopo la foto)

In sostanza è la situazione in cui il virus non è più sotto controllo e c’è la concreta la possibilità di chiusura di attività, sospensione di eventi e limitazione della mobilità della popolazione in aree geografiche. Se il Governo, aiutato dagli esperti, dovesse riconoscere che l’Italia si trova ormai a questo stato verranno chiusi ristoranti e bar (inizialmente con orari ridotti, ma potrebbe anche diventare una chiusura totale). Ma anche scuole e luoghi di lavoro e ci sarebbero limitazioni negli spostamenti tra Regioni, Province e Comuni. (Continua dopo la foto)

Sui numeri in salita si è espresso Gianni Rezza, direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute: “La percentuale dei positivi sui tamponi effettuati supera il 10% e non è un buon indicatore. Indica che l’epidemia galoppa, che il virus circola in maniera abbastanza veloce. Il numero di tamponi è ancora aumentato a 215.085 da 201.452 di ieri, continua questo trend, stiamo aumentando la capacità di fare tamponi in maniera veramente ottima, rilevante”.

In ospedale con febbre altissima, Giacomo muore a 34 anni poco dopo il ricovero

Football news:

Griezmann su Messi: ammiro Leo e lui lo sa. Abbiamo un ottimo rapporto
Rooney su quello che potrebbe passare a barca nella stagione 2010/11: riflettendo su di esso. Potrebbe adattarsi perfettamente
Evviva, in Inghilterra il pubblico sarà di nuovo in tribuna! Fino a 4000 e non ovunque, ma i club sono felici 😊
Sulscher sulla partita con Istanbul: questi sono i campioni della Turchia, sarà difficile
Gasperini sulla nomination per il miglior allenatore dell'anno: se batteremo il Liverpool, forse guadagnerò qualche voto
Julian Nagelsmann: Lipsia vuole dare al PSG quella sensazione di finale di cui parlano
Tuchel Pro Champions League: Leipzig-la finale del nostro gruppo