Italy

Covid Campania, le statistiche su contagi, ricoveri e posti letto negli ospedali

Il sistema di tracciamento dei contagi delle Asl è ormai saltato, come dimostrato dal numero di nuovi positivi, in costante aumento, ma il tasso di incidenza rilevato negli ultimi due giorni, calato rispetto ai valori precedenti, porta ad un "cauto ottimismo". I dati sono riportati graficamente nel nuovo lavoro del team di fisici composto da Clementina Sasso (Inaf, Istituto Nazionale Astrofisica), Maria Rosaria Santovito (Co.Ri.S.T.A., Consorzio di Ricerca su Sistemi di Telesensori Avanzati), Raffaele Liuzzi e Giorgio Punzo (CNR, Consiglio Nazionale delle Ricerche); nel grafico, redatto per Fanpage.it, viene spiegato l'andamento dei contagi e quello dei sintomatici/asintomatici e la situazione dei posti letto in Campania.

Il primo grafico riporta l'andamento del tasso di incidenza giornaliero dei test positivi sui test effettuati; è stato realizzando tenendo conto soltanto dei tamponi effettuati ad un individuo per la prima volta, escludendo quindi quelli effettuati su pazienti già affetti da Covid-19 o in quarantena. Le due linee tratteggiate, in corrispondenza del 24 settembre e del 16 ottobre, indicano la data delle ordinanze regionali che hanno introdotto restrizioni (orario limitato per bar e ristoranti, mascherine all'aperto e, in ultimo, chiusura delle scuole). Rispetto ai tamponi positivi giornalieri abbiamo in media il 95% degli asintomatici.). "Il grafico – spiega il team di fisici – induce ad un cauto ottimismo: nonostante l’andamento di continua crescita osservato nei giorni precedenti, negli ultimi due giorni rileviamo una diminuzione del valore del tasso di incidenza. I valori comunque alti confermano che il sistema di test e tracciamento è ormai saltato".

Questi altri grafici rappresentano invece la situazione ospedaliera. Ad oggi i posti di Terapia Intensiva occupati sono 98 su 227, quelli di degenza sono 1090 su 1100. Tra settembre e i primi venti giorni di ottobre la media è di due morti ogni 24 ore, in seguito all'aumento che c'è stato negli ultimi giorni. La Regione ha annunciato l'apertura di un Covid Residence, che dovrebbe servire per ospitare i pazienti che non necessiterebbero del ricovero in ospedale ma che sono stati ugualmente presi in carico per l'impossibilità di una quarantena in casa; con la nuova struttura, e i trasferimenti, dovrebbero essere questi liberati dei posti di degenza. L'aumento dei posti di Terapia Intensiva, però, porta ad un altro problema: si tratta di un reparto altamente specializzato ed ha bisogno quindi di personale adeguatamente formato; non basta un semplice trasferimento da altri dipartimenti per garantire le cure necessarie.

Rilevano i fisici:

Perché le Terapie Intensive siano operative occorrono medici ed infermieri.  Seguendo le linee guida per l’Italia pubblicate in GU, per 100 posto letto in TI occorrono circa 63 medici di cui il 40% composto da anestesisti/rianimatori ed almeno 300 infermieri formati per la TI. Quindi, in Campania, quando si parla di altri 100 posti letti disponibili in TI in più, si dovrebbe anche specificare se questi posti letto siano anche attualmente supportati da personale sanitario ad hoc o meno.
Ricordiamo che per le TI stiamo parlando di personale altamente specializzato, tanto che la UE ha stanziato ad agosto circa 2.5M€ per la formazione di personale medico/infermieristico già in forza negli ospedali ma in reparti diversi, per poterli impiegare in tempi brevi nelle TI Covid.

Football news:

Griezmann su Messi: ammiro Leo e lui lo sa. Abbiamo un ottimo rapporto
Rooney su quello che potrebbe passare a barca nella stagione 2010/11: riflettendo su di esso. Potrebbe adattarsi perfettamente
Evviva, in Inghilterra il pubblico sarà di nuovo in tribuna! Fino a 4000 e non ovunque, ma i club sono felici 😊
Sulscher sulla partita con Istanbul: questi sono i campioni della Turchia, sarà difficile
Gasperini sulla nomination per il miglior allenatore dell'anno: se batteremo il Liverpool, forse guadagnerò qualche voto
Julian Nagelsmann: Lipsia vuole dare al PSG quella sensazione di finale di cui parlano
Tuchel Pro Champions League: Leipzig-la finale del nostro gruppo