Italy

Covid, Speranza: “Consapevoli del rischio. Difendo la riapertura della scuola”

«Oggi ci sono 13 milioni di somministrazioni di vaccino fatte e da tre settimane la curva vede un primo segno di piegatura. Con grande franchezza dico che siamo consapevoli che c'è un elemento di rischio, con l'aumento movimenti ma il governo ha fatto una scelta che difendo con forza». Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ospite di Che tempo che fa su Rai3 parla del ritorno in classe di milioni di studenti: «Grazie alle misure adottate nel mese di marzo e in queste 2 settimane abbiamo accumulato un piccolo tesoretto e abbiamo deciso, a due mesi dalla fine dell'anno scolastico, di investirlo sulla scuola come architrave della società italiana che ha pagato un prezzo altissimo».

Da Astrazeneca alla gradualità nelle riaperture, alla priorità per i disabili, Speranza risponde dell’azione di Governo: «Astrazeneca è un vaccino che salva la vita. All’inizio la sperimentazione effettuata lo consigliava per gli under 55, per questo abbiamo proceduto per categorie, tra cui gli insegnanti. Che faranno con lo stesso siero la seconda dose».  Sostiene la necessità di adottare molta gradualità e attenzione, «non dobbiamo bruciare le tappe per non vanificare il lavoro di tutti. La vicenda della Sardegna lo dimostra. Oggi ci sono le condizioni perché da domani buona parte delle regioni passi in arancione. A marzo decidemmo che ad aprile non ci arebbero state regioni in giallo perche' la variante inglese aveva una maggiore capacita' di diffusione. Ma ora registriamo gli effetti di quelle misure restrittive, con la curva epidemica che si piega, l'indice Rt che di settimana in settimana ha un segno meno sempre crescente e la leva delle vaccinazioni».
Sottolinea che la norma approvata nella Conferenza Stato-Regioni l'11 marzo prevede che l'universo della disabilità debba essere una priorità assoluta sullo stesso piano degli over 80. «Se ci sono casi di vaccinazioni non effettuate vanno segnalati subito e l'autorità regionale deve intervenire. I disabili hanno il diritto di ricevere il vaccino a casa, e lo stesso vale anche per gli anziani che hanno difficoltaàa deambulare e non possono raggiungere i presidi sanitari». 

Il ministro difende  la scelta di centralizzare a livello europeo l’acquisto  di vaccini: «L'Ue paga soprattutto la mancanza di produzione propria ma l'idea di comprare insieme i vaccini è stata giusta. La soluzione non poteva essere tutti contro tutti in Europa. Fare meglio non significa fare da soli. Nelle prossime settimane ci saranno altre gare e occorrerà correggere con piglio questo errori». Per  facilitare la mobilità a livello europeo è allo studio un “green pass”. Poi l’annuncio di un progetto: «Grazie ai fondi del Recovery che noi vogliamo investire soprattutto sull'assistenza domiciliare, io voglio che l'Italia diventi il primo paese per Assistenza Domiciliare».

I perché dei nostri lettori

Mio padre e mia madre leggevano La Stampa, quando mi sono sposato io e mia moglie abbiamo sempre letto La Stampa, da quando son rimasto solo sono passato alla versione digitale. È un quotidiano liberale e moderato come lo sono io.

Mario

I perché dei nostri lettori

Perché mio papà la leggeva tutti i giorni. Perché a quattro anni mia mamma mi ha scoperto mentre leggevo a voce alta le parole sulla Stampa. Perché è un giornale internazionale.Perché ci trovo le notizie e i racconti della mia città.

Paola, (TO)

I perché dei nostri lettori

Leggo La Stampa da quasi 50 anni, e ne sono abbonato da 20. Pago le notizie perché non siano pagate da altri per me che cerco di capire il mondo attraverso opinioni autorevoli e informazioni complete e il più possibile obiettive. La carta stampata è un patrimonio democratico che va difeso e preservato.

Anonimo

I perché dei nostri lettori

Ho comprato per tutta la vita ogni giorno il giornale. Da due anni sono passato al digitale. Abito in un paesino nell'entroterra ligure: cosa di meglio, al mattino presto, di.... un caffè e La Stampa? La Stampa tutta, non solo i titoli....E, visto che qualcuno lavora per fornirmi questo servizio, trovo giusto pagare un abbonamento.

Sandro, Garlenda (SV)

Football news:

Griezmann ha parlato con Hamilton e ha visitato i box Mercedes al Gran Premio di Spagna
Barcellona sente che Neymar l'ha usata. Ha detto che voleva tornare, ma ha esteso il contratto con il PSG (RAC1)
Obameyang-i fan Dell'Arsenal: volevano regalarti qualcosa di buono. Mi dispiace che non siamo riusciti
L'Atlético non ha perso al Camp Nou. L'infortunio di Busquets è un evento di svolta della partita (e una gara di campionato?)
Verratti ha danneggiato i legamenti del ginocchio durante L'allenamento del PSG. La partecipazione All'Euro è ancora in discussione
Il Contratto di Neymar in una foto. Mbappe vuole lo stesso
Il Manchester United vorrebbe firmare L'estate di Bellingham, non Sancho. Il Borussia Dortmund non ha intenzione di vendere Jude