Italy

Crac Bpvi, le motivazioni della condanna di Zonin: «Si sentiva era un monarca assoluto e sapeva di violare la legge» | La sentenza integrale

VICENZA. Gianni Zonin non era un primus inter pares, un presidente prevalentemente dedito a incrementare il patrimonio artistico della banca, ad assolvere funzioni di rappresentanza e a dirigere in modo imparziale la dialettica consiliare. L'ex presidente della Banca popolare di Vicenza era invece «un monarca assoluto» che decideva ogni cosa: dalle operazioni "baciate" al capitale finanziato, agli investimenti nei fondi esteri.

PER APPROFONDIRE

A sostenerlo è il collegio del tribunale, presieduto dal giudice Deborah De Stefano, nelle 1111 pagine di motivazioni della sentenza del processo per il crac dell'istituto, conclusosi a fine marzo con quattro condanne in primo grado.

La pena più alta, 6 anni e mezzo, era stata inflitta proprio a Zonin. Emanuele Giustini, ex vice direttore generale responsabile dell'area mercati, era stato condannato a 6 anni e tre mesi. Sei anni ciascuno erano stati inflitti agli altri due ex vice direttori generali, Paolo Marin, responsabile dell'area crediti, e Andrea Piazzetta, a capo del settore finanza.

LEGGI ANCHE. Le condanne al processo sul crac BpVi, i rappresentanti dei 12 mila 500 friulani truffati: «Pene lievi, ma è stato accertato che furono commessi gravi reati»

Erano invece stati assolti l'ex consigliere di amministrazione Giuseppe Zigliotto e l'ex dipendente Massimiliano Pellegrini. Il tribunale aveva inoltre ordinato la confisca di 963 milioni di euro. Le motivazioni sono state depositate ieri.

Secondo il collegio del tribunale, il processo ha fatto emergere una figura di Zonin radicalmente diversa da quella che l'imputato si sarebbe cucito addosso: «L'immagine di un presidente che ha esercitato per circa un ventennio una posizione di dominio incontrastato all'interno della banca» che «ha instaurato un marcato accentramento di potere nell'assoluta acquiescenza dei manager e degli organi sociali», scrivono i giudici. Da qui la definizione di «monarca assoluto» utilizzata dal collegio, che ha fatto propria un'espressione intercettata durante le indagini.

Per il tribunale Zonin «ha sempre personalmente selezionato e individuato i componenti del consiglio di amministrazione, del collegio sindacale, del top management, dei consulenti che ha opportunamente fidelizzato con generosi trattamenti economici». Un'anomalia che era stata riscontrata sin dal 2007 dall'organo di vigilanza, che aveva espresso «elementi di criticità connessi ai meccanismi di governance fortemente autoreferenziali ed autocratici instaurati da Zonin, criticità mai effettivamente rimosse nel corso degli anni, che hanno in buona sostanza determinato nel 2015/2016 l'implosione della banca».

Sempre secondo il collegio, l'esame dei verbali del consiglio di amministrazione e le testimonianze rese «danno conto di un ruolo di contorno svolto dai consiglieri». Scrivono ancora i giudici: «In consiglio Zonin ha imposto la regola dell'approvazione all'unanimità delle sue proposte». Anche la politica di acquisizioni della banca «è stata sistematicamente indirizzata nelle aree in cui egli (Zonin, ndr) aveva i suoi insediamenti imprenditoriali». In sostanza, «per un ventennio ha di fatto gestito la banca con logica padronale, come fosse un'azienda di sua proprietà».

Ecco perché, concludono i giudici del collegio, «è stata raggiunta la prova dell'effettiva conoscenza da parte di Zonin dell'anomala operatività dell'istituto nel capitale finanziato, operatività da lui stesso sostenuta e condivisa allo scopo di occultare al mercato e alla vigilanza lo stato di illiquidità delle azioni della banca. Zonin - nella veste di presidente del cda - ha sottoscritto nelle annualità in contestazione le comunicazioni al mercato e le segnalazioni indirizzate all'organo di vigilanza, nella piena consapevolezza del contenuto decettivo (falso, ndr) delle stesse».

Football news:

Zozulya è passato a Fuenlabrada da Segunda. Il suo trasferimento in Alcorcon è stato Interrotto a causa di fan che lo chiamavano fascista
Spalletti circa 3:0 con il Bayern: Napoli sulla strada giusta. I giocatori hanno già superato le mie aspettative
Kane vuole andare a Man City con Greylish. Presto discuterà la partenza con il Tottenham
Il Real Madrid ha riferito che Audriosola ha contratto il coronavirus
Gasperini su Ilicic: vuole trovare una squadra dove ottenere qualcosa di più significativo
Mbappé non giocherà nella partita per la Supercoppa di Francia. Il gioco si terrà in Israele
Benfica ha presentato Yaremchuk. L'attaccante della Nazionale Ucraina è passato da Gand