This article was added by the user Anna. TheWorldNews is not responsible for the content of the platform.

Ddl Zan affossato, c'è dietro Calderoli "Così l'ho convinta per il voto segreto"

Politica

Ddl Zan affossato, c'è dietro al mano del leghista Calderoli

Il Ddl Zan è stato affossato in Senato. Ben 23 i franchi tiratori questa volta. Serviranno mesi adesso per riscrivere e ripresentare una legge contro l'omotransfobia. Dietro a questa operazione c'è una firma, quella di Roberto Calderoli della Lega. La sua conoscenza dei tecnicismi parlamentari si è rivelata decisiva. "Devo dire - spiega Calderoli al Corriere della Sera - che ci ho proprio goduto. Mi è venuto naturale: quando ho visto che sulle questioni pregiudiziali e sulle richieste di sospensiva il centrodestra era già andato molto vicino alla vittoria, ho pensato che con il voto segreto avremmo portato dalla nostra qualcun altro. E così è stato… Io non riesco a capire una tale ignoranza dei regolamenti".

"Avrebbero dovuto aspettarselo. E invece - prosegue Calderoli al Corriere - hanno fatto come quello che si aspetta di avere il paracadute e invece ha preso uno zaino, pieno di lattine di carne in scatola. Perché si può anche andare sotto di uno o due voti... Ma qui sono stati 23. Io avrei potuto presentare la richiesta di voto segreto anche con le firme di 20 senatori. E invece, ho presentato una richiesta di tre o quattro pagine, ben supportata dal punto di vista giuridico, che è stata approfondita anche dalla presidente Casellati con i suoi uffici".

Iscriviti alla newsletter