This article was added by the user Anna. TheWorldNews is not responsible for the content of the platform.

Ddl Zan affossato in Senato, cosa succede ora dopo la “tagliola”?

Cosa succede ora al ddl Zan dopo che è stato affossato in Senato da Lega, Fratelli d'Italia e 16-17 franchi tiratori.

Ddl Zan cosa succede ora

Il ddl Zan è stato affossato in Senato con la cosiddettà tagliola che ha fatto saltare l’esame degli articoli del testo contro l’omotransfobia. Ad operarsi per questa modalità di azione sono stati Lega e Fratelli d’Italia, che hanno però contato anche sui voti di alcuni esponenti di altri partiti i quali, sfruttando il voto segreto, hanno deciso di seguire lo schema delle forze di destra.

È finita 154 a 131, con almeno 16-17 franchi tiratori, e così il centrosinsitra è costretto a dover rifare tutto da capo. Cosa succede dunque ora al ddl Zan? 

Ddl Zan, cosa succede ora?

Iniziamo col dire che per legge un provvedimento che riprenda e riproduca i contenuti del testo potrà essere esaminato dal Senato soltanto tra sei mesi. A stabilirlo è l’articolo 76 del Regolamento, lo stesso che prevede che “prima che abbia inizio l’esame degli articoli di un disegno di legge, un senatore per ciascun gruppo può avanzare la proposta che non si passi a tale esame”, di base quello che hanno fatto Lega e Fratelli d’Italia in Parlamento.

Ddl Zan affossato in Senato, cosa succede ora?

Anche per quanto riguarda la Camera, dove il ddl Zan era passato più di un anno fa in prima lettura, l’articolo 72 del Regolamento interno prevede che qualora venga ripresentata una proposta di legge sulla stessa materia, l’iter debba comunque ripartire dall’inizio. 

Cosa succede ora al ddl Zan?

Tutto da rifare dunque, con una nuova proposta di legge da depositare e una nuova calendarizzazione alla Camera e al Senato.