This article was added by the user Anna. TheWorldNews is not responsible for the content of the platform.

De Andrè inedito, Dori Ghezzi "spiazzante come Fabrizio"

Ha riaperto l'Agnata fuori stagione per ospitare i protagonisti dello spettacolo "Amistade" su Fabrizio De Andrè, che andrà in scena al Teatro del Carmine di Tempio domani e venerdì. Dori Ghezzi, moglie del cantautore genovese scomparso nel 1999, è tornata in Sardegna per assistere allo show di Flavia Mastrella e Antonio Rezza (sul palco ci sarà anche Ivan Bellavista). Sarà in prima fila all'anteprima nazionale dello spettacolo che fra qualche mese inizierà a fare il giro dei teatri di tutta Italia. Non il solito omaggio o la classica celebrazione all'artista genovese. L'elemento di novità è rappresentato dal fatto che qui le voci di chi è sul palco "parleranno" con De Andrè. O meglio con frammenti dei suoi interventi tra una canzone e l'altra durante i concerti. E l'idea è nata proprio da Dori Ghezzi. "Ho assistito a uno spettacolo di Rezza e Mastrella - racconta all'ANSA - e ho lanciato l'idea: sarebbe bello fare qualcosa del genere anche su Fabrizio". Proposta subito accettata. Con la stessa Ghezzi e la Fondazione De Andrè che hanno saccheggiato archivi e registrazioni per metterli a disposizione dello spettacolo. "Non un omaggio - spiega la cantante - ma il desiderio di realizzare un nostro desiderio. Una cosa nata spontaneamente: abbiamo sposato tutti subito questo progetto". Aspetta con ansia di vedere il risultato finale: "Ho visto spezzoni, registrazioni - continua - ma in teatro mai: ho deciso di venire a Tempio anche perché qui in Sardegna ci sono tanti amici e mi sento in famiglia". Qualche anticipazione: "Flavia e Antonio sono imprevedibili - anticipa - direi spiazzanti. Sono protagonisti di un percorso intrapreso in un altro modo anche da Fabrizio che è ha sempre cercato di fare delle cose che la gente non si aspettava. Loro sono molto simili a Fabrizio. È una ricerca che sembra folle. Ma nello spettacolo il protagonista trova, insieme all'essenza di Fabrizio, anche la sua essenza. Trova se stesso. Quindi questo incontro da virtuale diventa vero". C'è anche il terribile momento del rapimento: "Ma - precisa Ghezzi - non è il focus dello spettacolo. L'idillio con la Sardegna non si è spezzato nemmeno in quel momento perché avevamo in qualche modo trovato un accordo di convivenza anche con i nostri sequestratori". La reazione del pubblico? "L'unico rischio che corriamo è che Antonio Rezza - continua - è talmente denso e veloce nel narrare che anche i più preparati potrebbero non stare al passo. Questo però potrebbe invogliare le persone a vedere lo spettacolo anche una seconda volta. Ma è un po' quello che sta succedendo con Fabrizio che viene in qualche modo scoperto e conosciuto ogni giorno magari per qualche cosa che ha detto e che non avevamo compreso bene". Tanti gli speciali dedicati in questi anni a Fabrizio De Andrè. "Ma questo - assicura Dori Ghezzi - sarà davvero speciale". Amistade è un esperimento produttivo di Sardegna Teatro. Le anteprime sono passate per Cagliari, Paulilatino e Nuoro. Ora la "prima" nella Tempio di Fabrizio De Andrè e Dori Ghezzi.