Italy

Di Battista contro la linea del Movimento: “L’alleanza strutturale con il Pd per noi è la morte nera. Il problema principale è l’identità”

“Penso che l’alleanza strutturale, così come la stanno chiamando, con il Pd sia per noi la morte nera. Ci sono persone che sono sempre state contrarie al capo politico. Altre persone in questo momento spingono per la leadership collegiale perché c’è il pericolo che possa diventare io, questa è la verità”. E’ quanto ha detto nel corso di un’intervista a Piazzapulita, Alessandro Di Battista. Parlando della campagna elettorale per i ballottaggi, l’esponente pentastellato ha aggiunto: “Che ci vada Di Maio, che si è speso per queste alleanze territoriali, mi sembra più che sacrosanto. Quando vedo i risultati del Movimento all’interno di queste coalizioni non penso che siano risultati eccezionali”.

“Soprattutto – ha detto ancora Di Battista – se si sta andando verso una legge elettorale proporzionale, perché ogni giorno fare interviste noi e il Pd, noi e il Pd? Io non devo per forza fare carriera politica, se mi interessasse fare carriera politica mi allineerei a un pensiero all’interno del movimento che è maggioritario, dominante, sarebbe più facile, vivrei più sereno. Se c’è la possibilità di dare una mano al movimento a determinate condizioni, che soddisfino le mie idee, una mia lotta contro l’establishment che non è finita. Solo io me la prendo con certi conflitti di interesse, con l’accentramento del potere mediatico, con gli editori impuri. Sono io che faccio queste battaglie, quasi in solitudine e il movimento va verso un’altra parte, è legittimo, ma io ho altre idee”.

“Il problema principale del Movimento è l’identità – ha detto ancora -, che si può ricostruire solo in maniera collegiale, permettendo agli iscritti, che sono i veri proprietari del M5s, di potersi esprimere per trovare una linea. Prima definiamo questa agenda politica. Io non sono uno che vuole tornare all’opposizione, io vorrei che il movimento governasse sempre. Se tutti gli italiani dovessero percepire che M5s e Pd sono la stessa cosa, alla fine voterebbero l’originale. Ho l’impressione che il movimento voglia fare delle alleanze perché altrimenti vincono gli altri. Questo ragionamento è perdente”.

E a chi, come Di Maio, spinge per l’alleanza con il Pd, Di Battista dice: “Vuoi per forza fare un’alleanza con il Pd? Bene, rafforzati, poi ti presenti con queste idee e decidi, e decidi Di fare un’alleanza sulla base Di queste idee, Di questi progetti”.

Football news:

Juran ha guidato Khabarovsk SKA
Attaccante di Bruges Dennis sul gol di Zenith: ho detto che segnavo solo grandam, ma era uno scherzo
Difensore PSG Kimpembe Pro 1:2 con il Manchester United: può incolpare solo se stessi
Lopetegui pro 0:0 con il Chelsea: Siviglia ha mostrato un buon gioco di squadra
Rashford sulla vittoria contro il PSG: il Manchester United ha ora una forte posizione nel gruppo
Nagelsmann sulla vittoria contro L'Istanbul: non è completamente soddisfatto del gioco di Lipsia - è stata la stanchezza, non la pressione più efficace
Il portiere di Bruges Horvath su 2:1 con Zenit: hanno dimostrato che non dovremmo considerarci estranei noti del gruppo