Italy

Donna trovata morta in casa, un uomo confessa l’omicidio: il movente sarebbe sentimentale

L'uomo che era stato fermato dai carabinieri per l'omicidio di Ambra Pregnolato ha confessato. È stato lui a uccidere la donna, una maestra d'asilo di quarantuno anni, che venerdì scorso era stata trovata senza vita nella sua casa di Valenza, in provincia di Alessandria, dove viveva con il marito e la figlia dodicenne. A comunicarlo è stato il procuratore di Alessandria: la confessione sarebbe arrivata dopo  l'interrogatorio. L'omicida sarebbe una persona conosciuta dalla vittima, che è stata ritrovata dal marito in una pozza di sangue con profonde feriete alla testa. Dalle prime ricostruzioni il movente sarebbe di tipo passionale.

Le indagini del comando provinciale di Alessandria sono guidate da Michele Lorusso e nel pomeriggio erano arrivate al fermo di Michele Venturelli, un uomo di 46 anni conosciuto dalla famiglia della vittima che, alla fine, ha confessato l'omicidio. Da quanto emerge, l'uomo aveva intrapreso una relazione sentimentale con Pregnolato da circa un anno, ma la donna aveva deciso di lasciarlo. A quel punto Venturelli l'avrebbe colpita ripetutamente con un martello.

A trovare il corpo è stato il marito della donna, rientrato a casa per la pausa pranzo. Fin da subito era stata esclusa la pista della rapina, in quanto non risultavano segni di forzature nella porta o negli infissi: le indagini si erano quindi concentrare nella cerchia di amici e conoscenti della famiglia.