Italy

Doping, Andrea Iannone sospeso per 18 mesi. Giudici: “Vittima di contaminazione, ma doveva informarsi”. Pilota annuncia ricorso

Il pilota di MotoGp era risultato positivo a un controllo in Malesia del 3 novembre scorso. Il suo commento a Sky Sport: ""Vedere riconosciuta la mia innocenza è una vittoria. Poteva andare molto peggio. Sono il primo caso di sospensione per contaminazione alimentare"

I giudici hanno riconosciuto che è stato vittima di una contaminazione alimentare, ma è colpevole di non essersi informato sulle sostanze proibite. Con una sentenza che è praticamente un unicum nella storia della lotta al doping, il pilota MotoGp Andrea Iannone è stato sospeso dalle corse per 18 mesi. “Tutti gli atleti riconosciuti contaminati sono stati prosciolti, pertanto al momento è un caso unico”, si legge in una nota dell’Aprilia, la scuderia di Iannone. Il pilota, tramite il suo avvocato Antonio De Rensis, ha già annunciato ricorso al Tas.

“Vedere riconosciuta la mia innocenza è una vittoria. Poteva andare molto peggio. Anche se abbiamo perso lo stesso“. Sono le parole di Andrea Iannone a Sky Sport. La sua vicenda è cominciata il 3 novembre scorso, quando è stata riscontrata la positività al drostanolone durante un controllo antidoping per il Gp di Malesia. Oggi la decisione della commissione disciplinare della Fim, la Federmoto internazionale, che ha deciso per la squalifica fino al 16 giugno 2021. “Sono il primo caso di sospensione per contaminazione alimentare. Nessuno di noi sa con certezza cosa mangia. C’è incongruenza fra il regolamento e la vita reale. L’obiettivo ora è tornare in moto il più velocemente possibile”, commenta sempre Iannone.

“Siamo molto soddisfatti che i giudici abbiamo riconosciuto la tesi della contaminazione alimentare, un po’ sorpresi per l’entità della squalifica ma siamo sicuri che il Tas ci darà ragione e Andrea tornerà a correre in moto quanto prima”, dice all’Adnkronos il legale De Rensis. “Entro il mese di aprile presenteremo ricorso al Tribunale di Losanna. La giurisprudenza del Tas in merito alle contaminazioni è univoca: gli atleti sono stati tutti assolti, quindi guardiamo al ricorso con grande fiducia”.

Iannone spera di arrivare a una sentenza assolutoria entro l’autunno e l’Aprilia ha assicurato che gli resterà al fianco: “In maniera incomprensibile il tribunale ha condannato il pilota a 18 mesi di sospensione perché avrebbe dovuto, sempre a parere dei giudici, informarsi sul rischio di contaminazione alimentare. Tutti gli atleti riconosciuti contaminati sono stati prosciolti, pertanto al momento è un caso unico”, si legge in una nota.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

MotoGp, cancellate le gare in Qatar e Thailandia per le restrizioni imposte a chi viene dall’Italia

next

Football news:

Concerto Shirokov nel commento.Shaw: chiamato Yakin puro stronzo, ha ricordato la lotta con Glushakov e litigi a causa di Hulk e Witzel
John Flanagan: Trent è il miglior difensore del mondo, ma finirà per giocare a centrocampo del Liverpool
Quique Setien: la regola delle cinque sostituzioni danneggerà Barcellona
Riyad Marez: ora è il momento di vincere Man City in Champions League. Abbiamo tutto per questo
Havertz è diventato il capocannoniere della Bundesliga fino a 21 anni di storia
Crvena Star per la terza volta consecutiva è diventata campione della Serbia
Il PSG comprerà Icardi Dall'Inter per 50 + 7 milioni di euro. I club sono d'accordo