Italy

Draghi: 'Sui vaccini rimuovere il blocco dell'export Usa e Gb'

Dal Recovery al caso Durigon, passando per la sospensione dei brevetti per i vaccini anti covid e per altri temi di attualità: su questo alle 15 il presidente del Consiglio Mario Draghi sarà presente al question time nell'Aula di Montecitorio.

Draghi risponderà poi sugli interventi per il riavvio del settore wedding, sulle iniziative per il contrasto delle morti sul lavoro, sulla sospensione del patto di stabilità Ue, sull'emergenza migranti, sul rilancio del turismo e, infine, sulle iniziative rispetto ai debiti verso la Ue.

SETTORE WEDDING - "Lunedì 17 maggio ci sarà la cabina di regia e si daranno risposte al settore del wedding", ha detto il presidente del Consiglio. "Un pensiero alle coppie che stanno programmando il matrimonio. Capisco la preoccupazione di chi si accinge a sposarsi. Il festeggiamento è un desiderio che abbiamo avuto tutti ma è fondamentale avere pazienza per evitare che una occasione di gioia e spensieratezza si trasformi in un potenziale rischio per i partecipanti". "Il governo resta vicino al settore come il wedding con lo stanziamento di 200 mln per anno in corso e prevede ulteriori indenizzi nel nuovo decreto sostegni la settimana prossima". "Il tema del weeding sarà argomento della prossima cabina di regia lunedì 17 e sarà l'occasione per dare maggiori certezze ad un comparto che ha subito danni significativi. Il governo è attento a conciliare economia e salute e i matrimoni, in quanto luoghi di agggregazione, possono favorire i contagi. Serve un un approccio graduale a seconda dell'andamento epidemiologico".

SICUREZZA SUL LAVORO - "Voglio esprimere il cordoglio mio e del governo per la morte della giovane Luana D'Orazio e degli altri 5, ben 5 lavoratori deceduti nell'ultima settimana", ha detto Draghi. "Non dobbiamo dimenticare, siamo vicini alle loro famigile e intendiamo fare tutto il possibile per evitare il ripetersi di tali tragici episodi dobbiamo fare di più sulla sicurezza sui luoghi di lavoro", ha aggiunto il premier. Alle parole di Draghi è seguito un lungo applauso della Camera. 

Sulla sicurezza sui posti di lavoro "è prevista una strategia di azione nazionale per rafforzare i controlli. Sono già avviate le procedure di assunzione di 1.084 unità di personale nel corpo dell'ispettorato del lavoro e, a legislazione vigente, è prevista la possibilità di assumere altre mille persone a fronte delle 4.500 attualmente in servizio". "Con una media di tre morti al giorno l'Italia si conferma al di sopra della media europea".

IL CASO DURIGON - "Gli ufficiali" che della vicenda in cui sarebbe coinvolto il sottosegretario Claudio Durigon sono della Guardia di Finanza,"non rivestono qualifiche di polizia giudiziaria e peraltro non possono eseguire un indagine di diretto intervento. Infine la stessa procura di Milano ha confermato piena fiducia ai militari della Gdf evidenziandone professionalità e rigore" negli interventi. Così il premier rispondendo ad un'interrogazione di Alternativa c'è sul caso Durigon.

PATTO DI STABILITA' UE - "Il 3 marzo la Commissioe Ue ha adottato una comunicazione che fornisce indicazioni in materia di bilancio, circa la disattivazione della clausola di salvaguardia. L'intenzione è di ancorare la disattivazione fino a quando l'economia europea tornerà ai livelli pre crisi, non prima del 2023. Voglio essere molto chiaro. E' fuori discussione che le regole sul patto di stabilità dovranno cambiare, ma questo dibattito non è ancora partito", ha detto Draghi al question time. "La mia linea è che le attuali regole sono inadeguate, lo erano e lo sono di più per la uscita dalla pandemia. Dovremo concentrarsi su un forte slancio della crescita per assicurare la sostenibilità dei conti pubblici".

"La revisione delle regole deve dunque assicurare margini di azione più ampi alla politica di bilancio nella sua funzione di stabilizzazione anticiclica. In particolare, dobbiamo incentivare gli investimenti, soprattutto per favorire la trasformazione digitale ed ecologica". "Allo stesso tempo, le nuove regole devono anche puntare a ridurre le crescenti divergenze tra le economie degli Stati membri e a completare l'architettura istituzionale europea. L'Italia intende partecipare attivamente al dibattito europeo. Sul tema è in corso un processo di analisi e riflessione - all'interno del Dipartimento del Tesoro e della Presidenza del Consiglio - che tiene conto anche dei contributi provenienti dal mondo accademico e da altri soggetti istituzionali". 

MIGRANTI - Il governo italiano è impegnato "esercitare una pressione intra-europea affinche si torni ad una redistrubuzione efficace dei migranti", ha poi affermato Draghi. "Per quanto riguarda l'accordo di Malta è in corso un fattivo dialogo con Francia e Germania per rivitalizzarlo. Il nostro obiettivo è attivare subito un meccanismo temporaneo di emergenza per il ricollocamento". "A fronte di questa complessa e drammatica realtà politica, sull' immigrazione il governo vuole seguire una politica equilibrata efficace e umana, nessuno sarà lasciato solo in acque territoriali italiane, il rispetto dei diritti umani è una componente fondamental nella politica migratoria. Ora è prioritario il contenimento della pressione migratoria nei mesi estivi con una collaborazione più intensa da Libia e Tunisia nel controllo delle frontiere". "Gli sbarchi di migranti avvenuti a Lampedusa domenica 9 maggio rappresentano il maggior picco di arrivi registrato in questi primi 5 mesi del 2021. I flussi sono in aumento dall'inizio del 2020, anche a causa della diffusione della pandemia in Nord Africa. La spinta migratoria è alimentata costantemente dall'instabilità della situazione politica in Libia e dalla complessità della sua estrema frammentazione interna. Va in proposito osservato che il problema non nasce propriamente sulle coste libiche, ma si sviluppa a partire dall'Africa sub-sahariana". "Il Governo italiano è impegnato: a promuovere le opportune iniziative bilaterali; a condurre un'azione da parte dell'Unione europea affinché le autorità libiche contrastino i traffici di armi e di esseri umani nel rispetto dei diritti umani", conclude Draghi.

"Una leva necessaria di governo dei flussi migratori è costituita, inoltre, dall'azione di rimpatrio dei migranti che non hanno titolo a rimanere sul nostro territorio, in mancanza dei presupposti per il riconoscimento della protezione internazionale." "Siamo impegnati non solo sul fronte degli Accordi bilaterali, ma anche per il lancio di forme di partenariato europeo con i principali Paesi di origine e transito dei flussi. Queste devono includere iniziative sullo sviluppo economico locale e la tutela della legalità", aggiunge.

TURISMO - "Il nostro obiettivo è riaprire al più presto l'Italia al turismo, nostro e straniero", ha affermato Draghi. "La pandemia ha avuto sugli operatori turistici effetti economici ingenti e siamo all'opera per farli ripartire quanto prima e con la massima sicurezza. La prima inziativa è lo sforzo che il governo fa per il rapido completamento della campagna vaccinale. Tra fine giugno e inizio luglio avremo vaccinato con almeno una dose tutti i fragili e gli over 60". Sui flussi turistici, "per quanto riguarda i Paesi del G7, in particolare Usa, Giappone e Canada saranno favoriti gli ingressi senza quarantena in caso di certifazione vaccinale". "Il Pnrr include fondi integrati per circa 9 miliardi per sostenere la competitività delle imprese turistiche, è previsto inoltre lo stanziamento di 500 milioni di euro per aprire cento nuovi siti culturali. E' previsto lo stanziamento di 14 milioni di euro per costituire un digital hub del turismo". "Per quanto riguarda i flussi turistici, prevediamo di ampliare la sperimentazione dei voli "Covid-tested", che includa più linee, più rotte e più aeroporti."

VACCINI - "Prima di arrivare ad una liberalizzazione dei brevetti è meglio rimuovere il blocco dell'export che Usa e Gb tengono, aumentare la produzione e individuare nuovi siti anche nei paesi poveri. Bisogna accelerare il passo sullo sblocco dell'export accanto alla riflessione sulla liberalizzazione dei brevetti", ha sottolineato Draghi alla Camera. 

 

Il regolamento della Camera prevede ogni mercoledì che il governo risponda alle interrogazioni a risposta immediata dei gruppi, trasmesse in diretta televisiva. Il presidente del Consiglio, sempre a norma di regolamento, dovrebbe presentarsi a rispondere in Aula almeno una volta al mese.

L'ultimo premier question time alla Camera si è tenuto solo il 21 ottobre: a rispondere alle interrogazioni a risposta immediata era Giuseppe Conte.

Football news:

I tedeschi hanno dominato il Portogallo nello stile del top club-hanno distrutto i trasferimenti a Gozens e hanno soddisfatto Bjelsa e Conte
Ronaldo ha il più alto xG in euro senza tener conto dei calci di rigore - 2,17 a seguito di 2 turni
A 16 ha avuto un incidente e ha rotto le vertebre, a 17 è il giocatore più giovane nella storia Dell'Euro. La storia di Katsper Kozlowski
Enrique sulle parole di Ferran Torres sul fatto che i difensori della Spagna mangeranno Levandowski: ha molto da imparare. Ad esempio, non dire questo
Il portiere Anton Mitryushkin cerca di trovare un nuovo club
Depay del Barcellona: felice di entrare nel mio nuovo club
Under è Interessante per Lipsia, Bayer e Eintracht. Roma stima ala a 15 milioni di euro