Italy

Draghi: “Voglio riaprire ma in sicurezza, calcolando bene il rischio. Usiamo la testa”. E sul turismo: “Chiesto con forza il green pass”

“Io voglio riaprire, come credo la maggior parte degli italiani, voglio che le persone tornino fuori a lavorare, a divertirsi, a stare insieme, ma bisogna farlo in sicurezza, calcolando bene il rischio che si corre. Bisogna dunque calcolare bene il rischio: vuol dire riaprire ma essere prudenti, farlo con la testa”. Così il premier Mario Draghi, in conferenza stampa a Palacio de Cristal a Oporto, rispondendo a una domanda sul coprifuoco. Poi ha aggiunto: “Abbiamo chiesto con molta enfasi che Commissione e Parlamento Ue procedano con la massima rapidità al green pass, serve un modello europeo su cui confrontarsi per le misure turistiche, altrimenti ci sarà confusione”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

Articolo Precedente

Vaccini, Draghi: “Liberalizzare brevetti? Prima rimuovere blocco a esportazione. A big pharma sovvenzioni imponenti, ci si aspetta qualcosa”

next
meteo

Football news:

Mortin ricorda Euro 2004: ha quasi litigato nelle giunture, si è difeso contro il giovane Cristiano e ha capito l'eccitazione del ponte
Gareth Southgate: non dovremmo essere snob di calcio. Nelle partite con le migliori squadre è importante la diversità
Leonid Slutsky: è ancora convinto che la Finlandia sia l'outsider del nostro gruppo. Sono stati molto fortunati contro la Danimarca
Non sono razzista! Arnautovic si è scusato per gli insulti nei confronti dei giocatori della Nazionale della Macedonia Del Nord
Gary Lineker: Mbappe è una star mondiale, sostituirà Ronaldo, ma non Messi. Leo fa cose di cui gli altri non sono in grado
Un fan Spagnolo va alle partite della nazionale dal 1979. È arrivato in euro con il famoso tamburo (potrebbe averlo perso durante il Lockdown)
Ronaldo ha rimosso la coca-cola sponsorizzata in una conferenza stampa. Cristiano è duro contro lo zucchero-non lo pubblicizza nemmeno