Italy

Draghi-Von der Leyen: accelerare sui vaccini Verso il rinvio delle elezioni amministrative

I casi di Covid nel mondo superano i 114 milioni secondo i dati diffusi dalla Johns Hopkins University, mentre i decessi confermati superano i 2,5 milioni dall’inizio della pandemia. E in Italia l’ultimo bilancio, relativo a martedì 2 marzo, è di 17.083 nuovi casi e 343 morti (qui il bollettino con i dati e qui tutti i bollettini che mostrano la situazione dall’inizio della pandemia). Qui la mappa del contagio

Ore 21-.48 - Vaccini: circolare guariti modificabile per rischio varianti
Le raccomandazioni in merito alla possibilità di somministrare un’unica dose di vaccino anti-Covid ai soggetti che hanno avuto un’infezione da SARS-CoV2’ «potrebbero essere oggetto di rivisitazione qualora dovessero emergere e diffondersi varianti di SARS-CoV-2 connotate da un particolare rischio di reinfezione». È quanto si sottolinea nella circolare del ministero della Salute `Vaccinazione dei soggetti che hanno avuto un’infezione da SARS-CoV-2´, firmata dal direttore della Prevenzione Gianni Rezza.

Ore 21.29 - Grecia, lockdown esteso fino al 16 marzo
La Grecia ha esteso il lockdown nazionale fino al 16 marzo, dopo aver segnalato 2.702 nuovi casi di Covid-19 nelle ultime 24 ore, il maggior numero registrato finora dall’inizio dell’anno. «Siamo nella parte più difficile di questa pandemia», ha detto ai giornalisti il ministro della Salute Vassilis Kikilias, avvertendo che le strutture sanitarie pubbliche ad Atene sono sotto una «pressione insopportabile» da settimane. «Al ritmo dei nuovi ricoveri, il sistema sanitario è spinto oltre i suoi limiti in termini di infrastrutture e personale», ha detto il ministro, aggiungendo che è stato rilevato un «aumento importante» nei casi a causa della variante britannica.

Ore 21. 19 - Da Ministero via libera a dose unica guariti Covid
«È possibile considerare la somministrazione di un’unica dose di vaccino» anti-Covid-19 nei soggetti con «pregressa infezione da SARS-CoV-2 (decorsa in maniera sintomatica o asintomatica). È quanto si legge nella circolare del ministero della Salute “Vaccinazione dei soggetti che hanno avuto un’infezione da SARS-CoV-2”, firmata dal direttore della Prevenzione Gianni Rezza. La somministrazione di un’unica dose di vaccino è possibile, «purché la vaccinazione venga eseguita ad almeno 3 mesi di distanza dalla documentata infezione e preferibilmente entro i 6 mesi dalla stessa». La possibilità di somministrare un’unica dose di vaccino anti-Covid ai soggetti che hanno avuto un’infezione da SARS-CoV-2 «non è da intendersi applicabile ai soggetti che presentino condizioni di immunodeficienza, primitiva o secondaria a trattamenti farmacologici».

Ore 20.33 - Biden, chi dice via mascherine è come uomo Neanderthal «Chi vuole rimuovere l’obbligo di indossare e mascherine la pensa come l’uomo di Neanderthal»: è l’atto di accusa di Joe Biden contro i governatori degli stati Usa in cui si intende rimuovere tutte le restrizioni anti-Covid.

Ore 19.58 - Telefonata Draghi-Von der Leyen: accelerare i vaccini, gestire i migranti
Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha avuto oggi pomeriggio una conversazione telefonica con la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen. Al centro dello scambio di vedute - rende noto Palazzo Chigi - è stato in particolare l’obiettivo prioritario di un’accelerazione nella risposta sanitaria europea al Covid-19, soprattutto per quanto riguarda i vaccini. Nella telefonata sono stati inoltre discussi il Recovery Fund e l’esigenza di una gestione europea dei flussi migratori mirata a una maggiore proporzionalità tra responsabilità e solidarietà degli Stati Membri.

Ore 19.43 - Crisanti: «Logistica? Figliuolo è un apprendista a confronto del ceo di Amazon»
A proposito della strategia di distribuzione dei vaccini, il prof. Andrea Crisanti intervenendo a ilcafFLEdelmercoledì, rubrica della Fondazione Luigi Einaudi ha dichiarato che il ceo di Amazon sarebbe stato più adatto del generale Figliuolo (il nuovo commissario per l’emergenza Covid): «Il Governo doveva consultare quelli di Amazon. Perché Amazon è un gigante nella logistica. Con tutto il rispetto, il nostro generale del Genio, in confronto agli ingegneri di Amazon, è un apprendista. Questi sono in grado di movimentare miliardi di pacchi al giorno e distribuirli capillarmente su tutto il territorio (....) Se avessero preso lo chief executive officer di Amazon sarei stato piu’ tranquillo».

Ore 19.26 - Altri 6 casi di variante inglese in Trentino
Altri sei casi di variante inglese del Covid in Trentino. Il numero complessivo sale quindi a 10 persone. Lo ha detto il dirigente generale del Dipartimento Salute della Provincia autonoma di Trento, Giancarlo Ruscitti, spiegando che la conferma è giunta dall’Istituto zooprofilattico delle Venezie, a cui sono stati inviati dal Trentino circa 60 campioni, 40 dei quali sono stati analizzati. L’incidenza della variante, ha quindi aggiunto Ruscitti, «ad oggi è attorno al 18-20%». Secondo l’Istituto Superiore di Sanità la variante inglese del virus sta diventando prevalente in tutto il Paese: Qui l’approfondimento.

Ore 19.10 - Piemonte, da lunedì seconde, terze medie e superiori in Dad
Da lunedì 8 marzo l’attività didattica di seconde e terze medie e delle scuole superiori, in Piemonte, si svolgerà in dad al 100%, per 15 giorni. Venerdì, alla luce dei dati degli oltre trenta distretti sanitari del Piemonte, la Regione estenderà la didattica a distanza anche per gli ordini e gradi scolastici inferiori nelle aree dove l’incidenza dei contagi supera la soglia di allerta (250 casi ogni 100 mila abitanti) o sono presenti gli altri parametri del nuovo Dpcm, ovvero la presenza certificata di casi da variante con azioni restrittive già attuate e l’incremento improvviso di contagi nell’ultima settimana. Viene così ufficializzato quanto già annunciato in mattinata dopo la riunione con il governatore Cirio.

Ore 19 - Casa Bianca, Biden auspica rispetto restrizioni anti Covid
Joe Biden spera che gli americani e gli Stati Usa continueranno a seguire le direttive delle autorità sanitarie sull’uso delle mascherine e delle restrizioni anti Covid per salvare vite: lo ha detto la portavoce della Casa Bianca Jen Psaki, rispondendo ad una domanda sulla decisione del Texas e del Mississippi di revocare l’obbligo di mascherina e di riaprire le attività al 100%.

Ore 18.26 - AstraZeneca, in over 70 vaccino previene malattia di ogni gravità
«Le evidenze cliniche derivate dall’utilizzo del vaccino AstraZeneca-Oxford in Scozia e Inghilterra su milioni di cittadini confermano che il vaccino è efficace nel prevenire in tutte le fasce di età, in particolare negli anziani, sia le ospedalizzazioni causate dall’infezione da Covid-19 che la malattia a tutti i livelli di gravità, integrando i risultati degli studi clinici registrativi». A riferirlo è AstraZeneca che, in una nota, cita l’arrivo di «nuovi dati positivi» sull’efficacia del vaccino. Il Public Health England (Phe) ha infatti presentato i risultati preliminari di uno studio condotto in Inghilterra su dati di real world nella popolazione over 70. Secondo quanto riportato, l’efficacia del vaccino nel prevenire la malattia sintomatica risulta al 73% dal 35esimo giorno in poi dopo la somministrazione della prima dose.

Ore 18.21 - L’Austria autorizza l’uso del vaccino AstraZeneca per over 65
L’Austria somministrerà il vaccino contro Covid-19 prodotto da AstraZeneca anche alle persone di età superiore ai 65 anni, nonostante le affermazioni iniziali riguardo la mancanza di dati per poterne verificare l’efficacia tra i più anziani. La decisione, annunciata oggi dalla autorità sanitarie, arriva poco dopo quella della Francia, che ha esteso l’uso del prodotto alle persone tra i 65 e i 75 anni di età. Parallelamente, il governo austriaco ha annunciato che un focolaio della variante sudafricana del virus, divampato nel Tirolo, sarà combattuto con una campagna di vaccinazione di massa.

Ore 17.33 - Vaccini sul lavoro, il ministro Orlando convoca un tavolo con le parti sociali
Il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Andrea Orlando ha convocato per domani alle 17.30 con il ministro della Salute, Roberto Speranza, e il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, un tavolo con le parti sociali per una valutazione sul funzionamento dei protocolli di sicurezza e sulla campagna vaccinale nei luoghi di lavoro. All’incontro, che si svolgerà in videoconferenza, parteciperà il commissario straordinario per l’emergenza Covid, il Generale Figliuolo.

Ore 17.27 - Record contagi a Brescia 1325 casi, 1026 a Milano
Sono 1325 i nuovi positivi al coronavirus registrati a Brescia, la provincia ora in «arancione spinto» dove continuano ad aumentare i casi. Si tratta di quasi il 30% dei 4590 contagi da coronavirus registrati in Lombardia. Anche Milano è oltre i mille casi, esattamente 1026, mentre sono 356 a Monza, 296 a Varese, 295 a Como, 278 a Pavia, 249 a Bergamo, 217 a Mantova, 165 a Cremona, 139 a Lecco, 83 a Sondrio e 63 a Lodi. È salito a 506 il numero di ricoverati in terapia intensiva in Lombardia, con un aumento rispetto a ieri di 30; mentre i pazienti per Covid negli altri reparti sono 4545, 137 più di ieri.

Ore 17.21 - Il nuovo bollettino: il tasso di positività sale al 5,8%
I nuovi casi sono 20.884, i decessi 347. E il tasso di positività è tornato a salire, attestandosi al 5,8%, rispetto al 5,1 di ieri. Sono i dati del bollettino odierno della protezione civile sull’andamento dell’epidemia in Italia. QUI tutti i dettagli.

Ore 17.04 - Via libera del Senato al Dl Covid, Lega astenuta
Il Dl Covid è stato approvato dal Senato con 122 sì. Sono stati 27 i voti contrari e 88 gli astenuti. Il provvedimento passa ora al vaglio della Camera chiamata a convertirlo in legge entro il 16 marzo, pena la decadenza. Era stato approvato dal governo il 13 gennaio e pubblicato sulla Gazzetta ufficiale il giorno seguente. La Lega si è astenuta. Il decreto è infatti l’ultimo sulla pandemia che porta la firma dell’ex premier Giuseppe Conte e il Carroccio, oggi in maggioranza, non lo ha voluto avallare pienamente.

Ore 16.35 - Ema contraria a somministrare dosi singole
La somministrazione di una sola dose di uno dei tre vaccini anti-Covid approvati finora «potrebbe comportare un rischio di perdita di efficacia» e perciò l’Agenzia europea per i medicinali (Ema) non sarebbe intenzionata a raccomandarla agli Stati Ue. L’anticipazione arriva dall’agenzia Reuters che cita fonti della stessa Ema. L’Agenzia Ue non ha dunque preso per buone le prime indicazioni arrivate da Israele, tra i primi Paesi ad adottare la strategia della singola dose, dove i contagi sono calati bruscamente dopo una sola iniezione garantita a una percentuale più alta di abitanti. Tantomeno l’Ema sembra intenzionata a prendere come esempio la strategia britannica del posticipo della seconda dose Pfizer-BioNTech a dodici settimane dalla somministrazione della prima

Ore 16.20 - La Gran Bretagna aumenterà le tasse per il post pandemia
Per finanziare la ricostruzione delle proprie finanze nel post-pandemia, la Gran Bretagna dovrà fare ricorso a nuove tasse. L’annuncio lo ha dato alla Camera dei Comuni il cancelliere dello Scacchiere (l’equivalente del ministro delle Finanze) Rishi Sunak. In particolare ci saranno aumenti spalmati sui prossimi cinque anni a partire dal’aliquota sugli utili delle aziende verrà alzata al 25% a partire dal 2023 (resta al 19% per le piccole imprese con utili al di sotto delle 50mila sterline). Gli aumenti — ha detto Sunak — «non saranno popolari, ma sono onesti». L’alternativa, ha sottolineato, sarebbe stata «non fare nulla» e trasferire il problema del debito alle nuove generazioni.

Ore 15,30 - Bonaccini: «Se Sputnik è valido, vogliamo poterlo acquistare»

Stefano Bonaccini
Stefano Bonaccini

«Vorremmo e chiediamo chiarezza sul vaccino russo. Se ha validità ci auguriamo l’autorizzazione e l’acquisto per aumentare le dosi in circolazione, così come attendiamo entro l’estate la disponibilità di quello italiano». Il presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini, auspica un ampliamento della dotazione vaccinale, ricorrendo eventualmente anche al vaccino di Mosca, che non ha ancora avuto il via libera ufficiale dall’Ema. «Bene che il governo abbia messo in cima alle priorità il reperimento di nuovi vaccini», ha aggiunto. In mattinata il leader dei «governatori» aveva fatto notare i limiti dell’attuale suddivisione in colori spiegando che «rispetto alle precedetti volte le limitazioni della zona arancione classica non bastano più, per come il virus corre rapidamente. Dobbiamo stringere oggi e farlo subito per augurarci di non farlo più dopo».

Ore 14.44 — I medici specializzandi: «Non accettiamo ricatti»
Utilizzare gli specializzandi per la campagna vaccinale altro non sarebbe che «sfruttamento di manodopera a costo zero». Lo sostengono le associazioni di categoria che rappresentano i medici in formazione, criticando le parole di Guido Bertolaso, che aveva prospettato una loro precettazione per fare fronte all’emergenza. «Se la retorica della guerra poteva essere compresa un anno fa — hanno spiegato — adesso ogni appello alla deontologia per colmare le lacune organizzative finisce per suonare come un palese ricatto». Bertolaso, dal canto suo, ha annunciato che non intende fare marcia indietro. QUI l’approfondimento.

Ore 14.06 - Sardegna, ok a palestre e test sugli arrivi
In Sardegna palestre e piscine potrebbero riaprire già dalla prossima settimana, quando negli scali dell’isola scatteranno anche controlli sui passeggeri in arrivo. Le novità nella prima zona bianca d’Italia e fra le prime in Europa sono state annunciate nel primo pomeriggio dal presidente della Regione, Christian Solinas.

Ore 13.56 - Bertolaso: Italia a lunghi passi verso la zona rossa
«A me sembra che tutta Italia, tranne la Sardegna, si stia avvicinando a passi lunghi verso la zona rossa. La Lombardia, per quello che ha passato nei mesi scorsi, è più vulnerabile rispetto ad altre regioni, ma non sono preoccupato per questa regione. Più che per altre è fuori discussione che bisogna vaccinare. Si può fare molto di più rispetto a quello che già stiamo facendo rispetto a questa situazione. Bisogna andare a Bruxelles a battere i pugni». Lo ha detto Guido Bertolaso, consulente della Regione Lombardia per il piano vaccinale, intervenendo in una conferenza stampa a Palazzo Pirelli (Qui l'approfondimento).

Ore 13.45 - Gentiloni: «Uniti per i vaccini, senza accuse a vicenda»
«Credo che nessuno debba fare il primo della classe e impartire lezioni. Quella dei vaccini è una causa comune» ha detto il commissario europeo all’Economia, Paolo Gentiloni alla presentazione della comunicazione sulla politica di bilancio. «Gli Stati e i governi — ha aggiunto — sanno benissimo quanto i propri cittadini chiedano di accelerare. Noi dobbiamo fare la nostra parte che è quella di far rispettare i contratti e, se possibile di aumentare, le capacità produttive. E mi auguro che presto avremo nuove autorizzazioni di nuovi vaccini».

Ore 13.29 - Oms, Italia fra i 5 Paesi al mondo con più nuovi casi
L’Italia è fra i 5 Paesi al mondo che, la scorsa settimana, hanno registrato il maggior numero di nuovi casi di Covid-19. Lo evidenzia il report epidemiologico settimanale dell’Organizzazione mondiale della sanità. I 5 Paesi che hanno segnalato più nuovi contagi sono stati gli Stati Uniti d’America (472.904 nuovi casi, comunque in calo del 2% rispetto alla settimana precedente), il Brasile (373.954 nuovi casi, +18%), la Francia (149.959 nuovi casi, +14%), l’Italia (112.029 nuovi casi, con un aumento del 32%) e l’India (105.080 nuovi casi, +21%).

Ore 13.15- A Tel Aviv primi concerti in uno stadio
Superata la terza ondata di contagi, Israele cerca adesso di tornare gradualmente alla normalità di un tempo e questo week-end, per la prima volta da molti mesi, Tel Aviv offrirà la possibilità di assistere in uno stadio ai concerti di quattro cantanti. Fra venerdì e domenica Ivri Lider, Shalom Hanoch, Yardena Arazi e Dikla si esibiranno separatamente di fronte a 500 spettatori, tutti vaccinati da oltre una settimana con due dosi di Pfizer e dunque in possesso di un Green Pass. Per loro posti numerati e distanziati.

Ore 12.40 - Aziende italiane pronte a produrre principio attivo in 6 mesi
Alcune aziende italiane sono in grado di produrre entro 4-6 mesi i bulk, ossia il principio attivo e gli altri componenti del vaccino anti Covid, perché già dotate, o in grado di farlo a breve, dei necessari bioreattori e fermentatori: è quanto emerso nell’incontro che si è svolto oggi al Mise.

Ore 12.34 - Decreto sostegno, ipotesi altri 2 miliardi per i vaccini
Ci potrebbero essere altri due miliardi di euro stanziati per i vaccini anti-Covid, compreso trasporto e somministrazione, nel Decreto sostegno, che dovrebbe arrivare a una bozza condivisa entro una decina di giorni.

Ore 12.26 - Moratti: «In Lombardia 6,6 milioni di vaccini entro giugno»
Deliberate in giunta le linee per la campagna di vaccinazione contro il Covid-19 in Lombardia, ad annunciarlo l’assessore al Welfare Letizia Moratti che ha spiegato: « Vogliamo vaccinare 6,6 milioni di persone entro il mese entro giugno, sempre se ci saranno i vaccini, e per farlo dobbiamo garantire 170 mila vaccinazioni al giorno».

Ore 11.42 - Bonaccini: «Limiti dell’arancione non bastano più»
«Il contagio è partito molto più veloce di prima a causa delle varianti. Se questa crescita, avvenuta in 10-15 giorni, non trova un’accelerazione nella risposta rischiamo di essere travolti. Noi come altre parti d’Italia». A dirlo il presidente dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini che sulla variante inglese commenta «pare quasi essere un nuovo virus per diffusione e categorie d’età». E ancora: «Dobbiamo contrastare e circoscrivere il contagio con misure più restrittive. Rispetto alle precedetti volte le limitazioni della zona arancione classica non bastano più, per come il virus corre rapidamente».

Ore 11. 20 - Bianchi ribadisce: la scuola non chiude
«La scuola non chiude, non ha mai chiuso. Gli insegnanti sono sempre stati presenti». Lo ha detto il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, a Rainews24. «La parola Dad non mi piace, non è didattica a distanza ma di avvicinamento e la facciamo solo in situazioni estreme. Ora dobbiamo passare la piena» dell’emergenza. Sull’ipotesi dell’allungamento del calendario scolastico il ministro ha aggiunto: «Non si tratta di ore ma di contenuti. Vanno visti persona per persona. I nostri studenti sono persone in una fase delicata, di formazione. Stiamo valutando le condizioni dei singoli a partire da chi ha più difficoltà».

Ore 9.44 - Gelmini: «Unica alternativa alle in fasce è nuovo lockdown»
«L’unica alternativa alla divisione a fasce dell’Italia è un nuovo lockdown» ha detto la ministra per gli Affari Regionali Mariastella Gelmini, in audizione alla Commissione parlamentare per le questioni regionali. «Abbiamo accolto il parere del Cts che è stato inequivocabile — ha aggiunto — e ha suggerito la necessita di chiudere le scuole nelle zone rosse». La ministra ha poi sottolineato la difficoltà nella gestione dell’emergenza da parte dei governatori delle varie regioni che, ha detto «per paura risvolti penali a volte governatori non decidono». E sui vaccini: «Bisogna creare le condizioni per allargare la base dei vaccinatori, vaccinando anche nelle fabbriche o nelle aziende».

Ore 9.05 - Venerdì incontro governo-Regioni-Figliuolo
Venerdì è in programma un incontro tra governo e Regioni sul tema delle vaccinazioni anti Covid-19. All’incontro, fa sapere la ministra degli Affari Regionali Mariastella Gelmini, prenderanno parte anche il nuovo Commissario per l’emergenza Covid Figliuolo e il nuovo capo della Protezione Civile Curcio.

Ore 8.21 - In Brasile mai così tanti morti dal 29 luglio
Picco di morti per Covid-19 in Brasile, dove nelle ultime 24 ore si sono registrati 1641 decessi, è il numero più alto dallo scorso 29 luglio. Sono invece oltre 60mila i nuovi casi registrati, per un totale che supera i 10 milioni e mezzo di persone da inizio pandemia.

Football news:

Messi non segna il Real Madrid dal maggio 2018
Zinedine Zidane: il Real Madrid ha sconfitto il Barça meritatamente. Non puoi scrivere tutto sul giudice
Ronald Kuman: L'arbitro ha dovuto mettere un rigore Esplicito. Ma Barca ancora una volta dovrà rassegnarsi
Sergi Roberto sulla caduta di Braithwaite: sorpreso che l'arbitro abbia immediatamente detto che non c'era nulla. Non si rivolse a var
L'ex giudice Iturralde Gonzalez crede che ci sia stato un rigore al Braithwaite. Anduhar Oliver pensa di no
Casemiro ha ricevuto 2 gialli in un minuto e salterà la partita del Real madrid con il Getafe
Nacho su 2-1 con Barca: è stato come un finale, una vittoria molto importante. Ma il Real Madrid ha ancora molto da fare