Italy

Droga, in carcere con modiche quantità se recidivo

Stretta nella lotta alla droga da parte del Governo. La ministra Lamorgese: “In carcere con modiche quantità se recidivo”.

ROMA – Stretta nella lotta alla droga da parte del Governo. In un incontro ad Ancona con i familiari delle vittime di Corinaldo la ministra Lamorgese ha annunciato un decreto che dovrebbe essere approvato nelle prossime settimane. Nel provvedimento è previsto il carcere anche con modiche quantità se il fermato è recidivo.

Le parole della ministra Lamorgese

Stretta nella lotta alla droga annunciata dalla ministra Lamorgese: “Abbiamo fatto un tavolo di lavoro con il ministero della Giustizia e abbiamo trovato una soluzione che convince entrambi, dando la possibilità di arrestare immediatamente con la custodia in carcere coloro che si macchiano di questo reato“.

E’ stato rivelato – ha continuato la titolare del Viminale – il fatto che arrestare, senza custodire il carcere, e il giorno dopo vedere nello stesso angolo di strada lo spacciatore preso il giorno prima, incide anche sulla demotivazione degli agenti. La polizia si impegna tanto su questo versante e vede la propria attività essere posta nel nulla quando il giorno dopo lo ritroviamo nello stesso posto“.

Luciana Lamorgese
Luciana Lamorgese
Luciana Lamorgese

Soddisfazione da parte dell’associazione nazionale funzionari di polizia

L’associazione nazionale funzionari di polizia ha accolto con soddisfazione la decisione della ministra Lamorgese: “I dati in nostro possesso sono allarmanti – si legge in una nota – non tanto per quanto riguarda l’uso degli stupefacenti ma per il dilagare del consumo tra i più giovani. L’impegno e il lavoro svolto quotidianamente dagli appartenenti alle forze di polizia nelle piazze di spaccio è mortificato dall’impossibilità, di fatto, di applicare misure limitative della libertà personale nei confronti di soggetti sorpresi in flagranza di reato di cessione di stupefacenti e regolarmente rilasciati dopo meno di 48 ore“. Ora la stretta annunciata dal Viminale che dovrebbe entrare in vigore nelle prossime settimane.

ultimo aggiornamento: 19-02-2020

Francesco Spagnolo