Italy

E’ morto Ilio Mariani, storico chef della Juventus anni ‘70

Qui andrà inserito il messaggio del Direttore, esempio:

"Chiunque ha il diritto alla libertà di opinione ed espressione; questo diritto include libertà a sostenere personali opinioni senza interferenze.... "

Maurizio Molinari ABBONATI A LA STAMPA

TORINO. È stato lo chef della Juventus per 36 anni. Prima accogliendo giocatori e dirigenti nel suo ristorante Due Mondi, in via San Pio V. Poi al seguito della squadra. Oclide Ilio Mariani, per tutti Ilio, si è spento nella notte tra lunedì e martedì all’età di 85 anni. Lascia la moglie Mirella, che gli è stata accanto per più di 60 anni, e i figli Roberto e Stefano. I funerali si celebreranno domani, alle 14, nella chiesa dei Santi Pietro e Paolo, in largo Saluzzo.

Nato nel 1934 a Castelfranco di Sotto (Pisa), Ilio era arrivato a Torino a 12 anni in cerca di fortuna. Dopo i primi anni di gavetta, insieme a Mirella aveva costruito la sua fortuna nel ristorante di San Salvario. Un locale in cui andavano a mangiare campioni bianconeri degli Anni 70 come Scirea, Zoff, Boniperti, Anastasi, Altafini. Già allora, di tanto in tanto, Ilio seguiva la Juve nelle trasferte di campionato e coppa. Qualche anno dopo nacque l’amicizia con Luciano Moggi (fu cuoco anche del Toro, ai tempi in cui l’ex dg lavorava per i granata) e con membri dello staff come il medico Agricola. Poi, nel 1999, decise di vendere il ristorante e dedicarsi in toto alla squadra. Lo fece per dieci anni, in cui cucinò per Del Piero, Buffon, Ferrara e mister Lippi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA