logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo
star Bookmark: Tag Tag Tag Tag Tag
Italy

Ecco i vincitori della Finale Network Incubatori Acceleratori e Parchi Scientifici e Tecnologici

Ecco i vincitori della Finale Network Incubatori Acceleratori e Parchi Scientifici e Tecnologici

Giovedì 28 giugno all’UniManagement di Torino si è tenuta, in occasione dell’Italian Tech Week, la Finale del Network Incubatori, Acceleratori e Parchi Scientifici e Tecnologici della nona edizione del Premio Gaetano Marzotto, Ticket to The Future, che ha visto assegnare a 31 startup provenienti da tutta Italia i percorsi di affiancamento messi in palio dai partner del Premio.

Margherita Marzotto, Presidente di Progetto Marzotto, ha salutato gli ospiti dichiarando: "L'innovazione e la tecnologia sono oggi nostri potenti alleati, per dare prospettive ai giovani nati e cresciuti in Italia e a quelli che abbiamo saputo accogliere, e per superare le grandi questioni globali legati allo sviluppo. Le imprese partecipano attivamente a questo processo, ma è necessario che anche le istituzioni vi prendano parte in modo sostanziale, perché un numero sempre maggiore di cittadini possa fruire delle nuove scoperte e risorse".

L’appuntamento è stato moderato da Cristiano Seganfreddo, direttore di Progetto Marzotto, che nel presentare i vincitori ha affermato: «"Oggi non sono più tentativi, ma realtà diffuse sul territorio che spingono l’innovazione e l’open innovation. Incubatori, acceleratori, parchi sono di fronte a una nuova fase storica: diventare più grandi, unirsi, guardare all’estero. Ed essere più selettivi e verticali, lavorando in modo più mirato e puntuale per industries, dall’automotive al farmaceutico, dal fashion al food. Solo competenze e grandi specializzazioni portano a risultati veri".

ArgiNaRe/Messina; BRAIKER/Pisa; Butterfly/Salerno; ComplexData/Milano; Ematik/Mirandola, Modena; Freedoo/Roma; HIQ-Nano/Genova-Lecce; HIRO Robotics/Genova; HuCare Trial/Firenze; Innovacarbon/Milano; Jarvis/Bologna; LightBus/Bologna; Light Up/Bologna; MaCh3D/Parma; MgShell/Milano;Milk Brick/Sassari; Octipay/Pesaro; Ofree/Treviso; Often Medical/Benevento; Proteso/Genova; Relief/Pisa; RiceHouse/Biella; Sommelier Wine Box/Padova; Stip/Roma; Switcho/Milano; TalentPLAYERS/Palermo; ValueBin/Milano; VEMINI/Milano; VIC/Treviso; Wanderoo/Firenze; Yakkyofy/Bari, sono i vincitori di questo primo step del Premio dall’idea all’impresa, che andranno ora a concorrere per il grant da 50 mila euro messo in palio da Progetto Marzotto, con annuncio il prossimo 21 novembre a Roma.

Da una prima analisi della selezione, la Lombardia risulta la regione più premiata con sei startup vincitrici; seguono: Emilia Romagna con cinque vincitori; Toscana con quattro vincitori, Veneto con tre vincitori; Campania, Lazio, Liguria, Puglia e Sicilia con due vincitori e infine Marche, Piemonte e Sardegna con un vincitore. Un dato che trova riscontro anche su grande scala, quando a chiusura bando, il 13 maggio scorso, tra le oltre 500 application al Premio, la Lombardia svettava per il maggior numero di startup iscritte.

Bio/Med/Life Science/Health Care è il settore di riferimento che ha registrato più partecipazioni, insieme alla categoria ICT/IOT Tech. Crescono i progetti legati all’economia circolare, alla social innovation, al Clean/ Energy Tech, come pure quelli legati ai New Materials e al Fin/Reg Tech. L’età media dei team partecipanti riscontrata in questa occasione è di 34 anni.

L’incontro ha visto la partecipazione di Fabrizio Conicella, Presidente APSTI, che ha affermato: "Viviamo in un mondo sempre più complesso, globale e competitivo, in cui occorre innovare, cambiare, progredire. Viviamo in un mondo in cui singoli attori, come le startup, possono, anche partendo da territori periferici, diventare attori globali. Questo è il mondo a cui, come Associazione dei Parchi Scientifici e Tecnologici Italiani, prepariamo le imprese che seguiamo. Premio Marzotto è una iniziativa con cui condividiamo valori, approcci, idee e percorsi; una collaborazione testimoniata dai nostri sei associati che anche quest’anno si sono impegnati nel supportare il Premio, un’iniziativa di successo che merita un posto di rilievo nell’ecosistema italiano dell’innovazione". E il contributo di Federico Barilli, Direttore di Italia Startup, che ha dichiarato: "I molti acceleratori e incubatori presenti per l’Associazione rientrano nella categoria "Centri di Innovazione". Sono infatti luoghi privilegiati per far attecchire e sviluppare imprese innovative ad alto potenziale di crescita, diffusi capillarmente in tutto il Paese. Premio Marzotto, con il supporto di Italia Startup, li valorizza e consente alle idee di impresa selezionate di entrare in diretto contatto con loro, con un’opportunità reciproca di contaminazione e di sviluppo imprenditoriale".

L’appuntamento è stato reso possibile grazie al generoso supporto degli incubatori, degli acceleratori e dei parchi scientifici tecnologici che affiancano il Premio, che quest’anno ha raccolto alcuni nuovi ingressi come Industrio/Rovereto, Nana Bianca/Firenze, Polo Tecnologico di Navacchio/Navacchio, Pisa; oltre alle conferme di: AlmaCube/Bologna, Bio4Dreams/Milano, Bioindustry Park/Colleretto Giacosa (TO), Campania NewSteel/Napoli,ComoNExT/Lomazzo (CO), Consorzio Arca/Palermo, Day One/Roma, Digital Magics/Milano, FabriQ/Milano, Fashion Technology Accelerator/Milano,Fondazione UniMi/Milano, Friuli Innovazione/Udine, Galileo Visionary District - Start Cube/Padova, GELLIFY/Casalecchio di Reno (BO), I3P/Torino, Impact Hub/Milano, JCube/Jesi (AN), Kilometro Rosso/Bergamo, LUISS ENLABS – LVenture Group/Roma, Make a Cube3/Milano, PoliHub/Milano,Romagnatech/Faenza (RA), SELLALAB/Biella, SocialFare/Torino, Talent Garden/Milano, The Net Value/Cagliari, TIM WCAP/Roma, Toscana Life Sciences/Siena.

A chiudere la Finale, ​​​​​​​, Regional Manager Nord Ovest di UniCredit che ha ospitato l’appuntamento, che ha dichiarando: "UniCredit è partner del Premio Gaetano Marzotto sin dalla sua prima edizione. E’ una partnership ricca di stimoli e di opportunità per una banca come la nostra che ha l’obiettivo di supportare la nascita e la crescita organica delle startup. Al di là dei momenti più corali, come quello di oggi - ha continuato Simonini - il nostro è un dialogo sempre aperto. L’impegno su questo segmento è forte: con Start Lab abbiamo analizzato nel tempo 4.700 startup, ne abbiamo accelerate più di 300 e oggi siamo in grado di accompagnare 50 realtà nella loro fase di scaleup internazionale. Siamo sempre pronti a collaborare con partner di valore come il Premio Marzotto e ad arricchire le nostre attività di open innovation per connettere startup a imprese desiderose di sperimentare ed essere dentro l’innovazione".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Themes
ICO