Italy

Elezioni comunali Milano, gli ultimi sondaggi: Beppe Sala potrebbe vincere già al primo turno

Ormai si potrebbe iniziare a fare il conto alla rovescia: mancano solamente 17 giorni alle elezioni comunali di importanti città come Milano, Torino, Bologna, Roma e Napoli, e gli ultimi sondaggi cercano di capire quale potrebbe essere l’andamento di queste votazioni. Soprattutto in quei territori dove il Covid ha avuto un impatto notevole. Un esempio perfetto è proprio Milano: prima che la pandemia la travolgesse, stava cavalcano un’onda economica molto positiva, iniziata con l’Expo 2015 organizzata proprio dal manager Giuseppe Sala. Ora, però, la situazione è cambiata. Vediamo quindi, a tre settimane dalle urne, qual è la fotografia presentata dalle rilevazioni.

elezioni comunali milano

Ultimi sondaggi comunali Milano, Beppe Sala è il più quotato anche al primo turno

A oggi il sindaco uscente Beppe Sala, secondo gli ultimi sondaggi sulle elezioni comunali di Milano, gode di notevole fiducia: il 64% dei cittadini si dichiarano molto o abbastanza soddisfatti, mentre il 34% si esprime criticamente. Analizzando la gestione della pandemia, poi, i numeri addirittura si alzano: il 68% afferma di essere soddisfatto, mentre il 30% si dice deluso. Tra l’altro, il gradimento non arriva solamente dai partiti della maggioranza, ma anche da elettori del Movimento 5 Stelle e del centrodestra (tra il 40% e il 45%).

Sebbene Sala sia il più quotato, gli aspiranti in gara in realtà sono 13, un numero molto alto. E le liste il totale 28. Tra i candidati più importanti, c’è il sindaco uscente, sostenuto da otto liste del centrosinistra, mentre Luca Bernardo del centrodestra da sei. C’è poi Layla Pavone, che corre per il Movimento 5 Stelle. Secondo gli ultimi sondaggi sulle comunali di Milano realizzati da YouTrend per il gruppo Gedi, Beppe Sala dovrebbe raccogliere il 51,4% dei consensi, Luca Bernardo il 37,2%, Layla Pavone il 4,6%. Come si può notare, il margine di vantaggio di Sala è sostanziale, e le previsioni su una eventuale rimonta in caso di ballottaggio sono praticamente nulle. Addirittura, secondo alcuni, il distacco potrebbe crescere così tanto da raddoppiare e far concludere le elezioni con il 64,2% per Sala e il 35,8% per Bernardo.

sondaggi elezioni comunali milano

Sondaggi elezioni comunali Milano, le percentuali delle liste

Secondo le rilevazioni, poi, oggi Beppe Sale dovrebbe raccogliere il 2,1% in più rispetto alle liste che lo sostengono. Non si può dire lo stesso, invece, di Bernardo e Pavone. Nella coalizione del sindaco uscente, infatti, il Partito Democratico è stimato al 23,5%, seguito dalla sua lista personale al 16,5%. Nel centrodestra, invece, si sta giocando un testa a testa tra la Lega e Fratelli d’Italia, tutti e due al 13,1%. Per questo potrebbe fare la differenza il voto disgiunto: molti elettori che non si riconoscono nel centrosinistra potrebbero comunque decidere di votare per Beppe Sala. Se si dovesse arrivare al ballottaggio, poi, ci sono pochi dubbi: a vincere sarebbe Beppe Sala con il 60% delle preferenze.

D’altronde, la soddisfazione dei cittadini milanesi rispetto all’operato di Sala e della sua giunta è alta, quindi probabilmente opteranno per la continuità, più che per il cambiamento. Per questo, si può dire che l’unica incognita è: Sala riuscirà a vincere al primo o al secondo turno? Molto dipenderà dal tasso di affluenza. Ma la sua riconferma è praticamente già scontata. >> Tutte le notizie di UrbanPost

Football news:

Rafael Nadal: sostengo Benzema nella lotta per il pallone D'Oro. Ammiro lui e la sua professionalità
Rio Ferdinand: il Manchester United ha problemi di autodeterminazione. La nostra squadra ha perso City 1-6, ma avevamo un'identità
Cruyff, Maradona, i fantasmi D'Italia e il bar della Bundesliga sono nelle strade di Barcellona. Come è bello imbattersi nel calcio nella vita normale
Una prostituta ha derubato un giocatore del PSG nella sua auto, fermato al semaforo
Presidente bavarese su Kimmich: sosteniamo la vaccinazione, ma è facoltativa. Questa è la scelta di tutti
L'ex arbitro Gallagher sul giallo Ronaldo che calcia la palla a inguine Jones: la decisione giusta. Cristiano ha salvato da rimuovere che la palla era lì
Luca Hernandez è fuggito in prigione a causa di un caso di aggressione a sua moglie. Gli è stato assegnato un periodo di prova di 4 anni e una multa di 96 mila euro