Italy

Europa chiude in recupero. In Usa sotto pressione i farmaceutici

ECONOMIA

Mercati

di Chiara Rancati 06 maggio 2021Finiscono in recupero le Borse europee, dopo un lungo passaggio in negativo per l'apertura debole dei mercati americani. A Milano il Ftse Mib chiude a +0,13%. Chiusura positiva anche per Francoforte, Parigi e soprattutto Londra, la migliore con +0,52%. 
Per quanto riguarda i titoli, a Piazza Affari continua il buon momento dei bancari. Corre in particolare Unicredit, che chiude in rialzo del 5% dopo una trimestrale migliore delle attese. La peggiore invece è ancora Tim (-5,52%), appesantita dalle voci su uno stop al progetto della rete unica.
In ripresa anche i listini di Oltreoceano. Il Dow Jones è in rialzo dello 0,62%, e ritrova il segno più anche il Nasdaq (+0,03%) nonostante le forti perdite del comparto farmaceutico e in particolare delle aziende produttrici dei vaccini Anti Covid, dopo l'annuncio dell'amministrazione Biden sulla sospensione dei brevetti.  
Sul fronte dei titoli di Stato, continua la lenta risalita dello spread tra Btp e bund tedesco, che arriva a 113 punti base. Rendimento del decennale italiano allo 0,92%.

Football news:

Mortin ricorda Euro 2004: ha quasi litigato nelle giunture, si è difeso contro il giovane Cristiano e ha capito l'eccitazione del ponte
Gareth Southgate: non dovremmo essere snob di calcio. Nelle partite con le migliori squadre è importante la diversità
Leonid Slutsky: è ancora convinto che la Finlandia sia l'outsider del nostro gruppo. Sono stati molto fortunati contro la Danimarca
Non sono razzista! Arnautovic si è scusato per gli insulti nei confronti dei giocatori della Nazionale della Macedonia Del Nord
Gary Lineker: Mbappe è una star mondiale, sostituirà Ronaldo, ma non Messi. Leo fa cose di cui gli altri non sono in grado
Un fan Spagnolo va alle partite della nazionale dal 1979. È arrivato in euro con il famoso tamburo (potrebbe averlo perso durante il Lockdown)
Ronaldo ha rimosso la coca-cola sponsorizzata in una conferenza stampa. Cristiano è duro contro lo zucchero-non lo pubblicizza nemmeno