Italy

Europa League, due vittorie e un pareggio per le italiane nel secondo turno

Successi per Milan e Napoli. Roma rallenta con il Cska Sofia

Sorridono Milan e Napoli, si accontenta la Roma. La seconda giornata della fase a gironi di Europa League ha lanciato i rossoneri in testa al girone H ancora a punteggio pieno. Sei punti con sei gol fatti e uno solo subito per la squadra di Pioli che giovedì ha superato 3-0 lo Sparta Praga a San Siro lasciando anche a riposo alcuni big: da Theo Hernandez a Calhanoglu con Kessie e Ibrahimovic usati a mezzo servizio, o meno. Oltre a Donnarumma, ancora in quarantena.  Decisivi i gol di tre classe '99 Brahim Diaz, Leao e Dalot.

Si rilancia invece il Napoli dopo il passo falso all'esordio. I partenopei sono stati capaci di vincere 1-0 sul campo della Real Sociedad, sorpresa della Liga spagnola. Gol partita nella ripresa di Politano. Note stonate l'infortunio di Insigne, sembra non grave, e il rosso nel finale di Osimhen. I ragazzi di Gattuso agganciano nella classifica del gruppo F proprio gli iberici a 3 punti alle spalle degli olandesi dell'Az ancora a punteggio.

Mezzo passo falso invece della Roma che all'Olimpico non è andata oltre lo 0-0 con il Cska Sofia. Complice di una prestazione non brillante, il maxi turnover deciso da mister Fonseca. Un pareggio che non complica la corsa dei giallorossi che restano appaiati in vetta al girone A ai romeni del Cluj a 4 punti a +3 su Young Boys  e Cska Sofia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Football news:

Lui, Flick, Klopp, Lopetegui e Zidane - i candidati per il premio The Best di miglior allenatore dell'anno
Messi, Ronaldo, Lewandowski, Ramos, de Bruyne e 4 giocatori di Liverpool - tra i contendenti per il premio The Best
Zlatan Ibrahimovic ha commentato di aver ottenuto il 12 ° pallone d'oro Svedese come miglior calciatore del paese a 50 anni
Anton Ferdinando offesa a sfondo razziale nei commenti al post sul documentario pro razzismo e Terry
Zlatan Ibrahimovic è riconosciuto come giocatore Dell'anno in Svezia per la 12a volta
Ronaldo ha segnato il 70 ° gol nelle partite casalinghe della Champions League, ripetendo il record di Messi
A Bruno riguardo al rigore dato a Rashford: era importante per lui acquisire fiducia. Non importa chi batte se la squadra segna