This article was added by the user Anna. TheWorldNews is not responsible for the content of the platform.

Facebook ‘scommette’ sull’Europa: 10mila posti in 5 anni

Facebook ha annunciato l’intenzione di creare in Europa 10mila posti di lavoro nei prossimi 5 anni.

ROMA – Facebook ha intenzione di creare in Europa 10mila posti di lavoro nei prossimi 5 anni. Come riportato dall’Ansa che cita i vertici della stessa multinazionale, il Vecchio Continente sarà “messo al centro dei nostri piani per aiutare a costruire il metaverso che ha il potenziale di aiutare a sbloccare l’accesso a nuove opportunità creative, sociali ed economiche“.

Una scommessa sicuramente importante arrivata a pochi mesi dalla fine della pandemia. L’obiettivo è quello di creare un numero importante di posti di lavoro in Europa nel prossimo qinunquennio.

L’azienda: “L’Europa è molto importante per Facebook”

A spiegare i motivi di questa scelta sono stati Nick Clegg e Javier Olivan, vicepresidente rispettivamente del Global Affaird e Central Product Services: “Questo investimento è un voto di fiducia nella forza dell’industria tecnologica europea e nel potenziale del talento tecnologico europeo. L’Europa è estremamente importante per Facebook e noi abbiamo già messo in campo il laboratorio europeo di ricerca sull’Intelligenza Artificiale in Francia e la sede dei Facebook Reality Labs a Cork“.

Una delle più urgenti priorità – hanno aggiunto i due – è quella di trovare ingegneri altamente specializzati una campagna di reclutamento avverrà in tutta Europa“.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Notifiche Facebook
Notifiche Facebook
Notifiche Facebook

Colombo (Facebook Italia): “E’ un voto di fiducia nella forza dell’industria tecnologica”

La decisione dell’azienda è stata commentata anche da Luca Colombo. Il Country Director di Facebook Italia ha sottolineato che si tratta di “un voto di fiducia nella forza dell’industria tecnologica e nel talento europeo, anche qui nel nostro Paese. Facebook è all’inizio di un percorso entusiasmante per contribuire a costruire la piattaforma informatica del futuro e saranno i talenti europei a plasmare fin dall’inizio“. Il progetto è pronto ad entrare nel vivo e in Europa nei prossimi anni si creeranno circa 10mila posti di lavoro.