Italy

Ferrari: ecco le 4 cose da cambiare (e le 3 da salvare) per ritornare campioni del mondo

L’anno prossimo per provare a battere Mercedes e Red Bull non solo servirà la miglior macchina ma dovranno essere sistemati tanti altri aspetti

di Daniele Sparisci, inviato ad Abu Dhabi

L’anno della rifondazione, dei nuovi assetti, delle scommesse vinte e di quelle perse. La Ferrari saluta il campionato 2019 fra rimpianti e sicurezze. Con tre vittorie (2 di Leclerc e una di Vettel, la metà del 2018) e nove pole position, il secondo posto nel Mondiale costruttori e il terzo sfuggito via in quello piloti per l’autoscontro in Brasile. L’ultimo Gp di Abu Dhabi è stato da dimenticare per tanti motivi, ma sarebbe sbagliato buttare via quanto di buono è stato fatto vedere nel corso della stagione. Certo l’anno prossimo per provare a battere Mercedes e Red Bull non solo servirà la miglior macchina ma dovranno essere sistemate tante cose e adesso resta difficile immaginare un salto così grosso: strategia, pit-stop, gestione dei piloti, affidabilità. Che cosa salvare di quest’annata agrodolce?

Football news:

Bene, bene sul gioco con Olympiacos: abbiamo fatto un ottimo lavoro. Ho visto la partita Siviglia-Roma, ora rivedere
In 1/4 di finale Europa League Bayer Leverkusen giocherà con Inter, Manchester United-con Copenhagen, Wolverhampton contro Siviglia, Shakhtar-Basilea
Pep Guardiola: riportare i bambini nelle scuole è più importante degli spettatori negli stadi
Raul Jimenez ha segnato 37 (27+10) punti in tutti i tornei in questa stagione. Miglior risultato in APL insieme a De Bruyne
Siviglia ha vinto L'Europa League about la Coppa UEFA dopo aver raggiunto i quarti di finale negli ultimi 5 casi
Arsenal licenzia 55 dipendenti, anche se ha convinto i giocatori a tagliare gli stipendi per non licenziare nessuno. La squadra ha deluso
Miralem Pjanic: Ronaldo potrebbe essere un buon giocatore di basket. È veloce e salta in alto