Italy

Fiorentina a Udine (domenica, ore 15, Dazn) per ricominciare a vincere. Con Odriozola e Saponara. Formazioni

Saponara: gran gol a Marassi (Foto Violachannel)

UDINE – Lo riconosce anche Vincenzo Italiano: la Fiorentina è capace d’impressionare, ma prende troppi gol. Deve migliorare. E cercherà di cominciare a farlo a Udine (domenica, ore 15, diretta su Dazn) anche per riscattare il disastroso secondo tempo contro l’Inter. Udine, sia detto per inciso,  non è e non sarà mai più una trasferta qualunque. Il ricordo di Astori è vivo, non si tratta di retorica. Biraghi e altri giocatori erano qui quando Davide se ne andò. Ma andiamo avanti: in attesa di decifrare la formazione, nella quale dovrebbero partire dal primo minuto Odriozola terzino destro e Saponara al posto dello squalificato, e pentito, Nico Gonzalez, ecco le parole dell’allenatore nella conferenza stampa della vigilia.

ITALIANO – «Mi sta piacendo tantissimo – ha detto l’allenatore – l’approccio con cui stiamo affrontando le partite e come le stiamo conducendo. Dobbiamo pero’ migliorare perche’ ogni volta che concediamo, o e’ un’azione pericolosa o è gol subito, e non va bene. Secondo me questo e’ l’aspetto su cui la FIORENTINA deve concentrarsi in maniera maniacale, concretizzare quello che crea, che e’ gia’ una grande dote, e cercare di difendere col coltello fra i denti nel momento in cui gli altri ripartono». Vincenzo Italiano chiede più compattezza alla squadra. E così continua: «Se devo tirare un po’ le orecchie alla mia squadra è che nel momento in cui subiamo gol o andiamo sotto accusiamo il colpo, vedi contro la Roma o contro l’Inter, e da quel punto di vista non ce lo possiamo permettere. Siamo una squadra che alla quinta giornata non puo’ abbattersi ma deve prendere il pallone, riportarlo in mezzo al campo, continuare a fare quello che sta facendo perchè ho visto una squadra che è stata all’altezza dell’Inter».

AGGREDIRE – A Udine terzo impegno in otto giorni. Ancora Italiano: «Come la prima gara in una settimana è la più importante, la terza è la più difficile perchè chiaramente uno cerca di arrivare lucido, con tante energie, avendo tanta forza a disposizione, e quelle rotazioni che abbiamo fatto erano mirate soprattutto per arrivare a quest’ultima gara con gente il più possibile pronta per fare una partita intensa. Sapevo che alla fine del trittico qualcuno lo potevamo perdere però il fatto di avere tutti inseriti e coinvolti, e che i ragazzi sanno quello che devono fare, è positivo. A Udine ci aspetta una partita tosta e difficile, l’Udinese in casa è una squadra dove, se non fai le cose al 100%, ti mette in difficoltà per la fisicità, la struttura e la qualità che ha nei giocatori davanti, quindi cercheremo di mettere in campo i primi 11 che proveranno a fare bene l’inizio, condurre bene la gara, e poi i cinque cambi possono determinare, e noi da quel punto di vista ci dobbiamo far trovare pronti».

UDINESE – La formazione viola? Stavolta si dovrebbe poterla indovinare. Le novità sono i ritorni di Odriozola terzino e di Saponara a spaziare davanti, al posto di Gonzalez. Il centrocampo sembra confermato con Bonaventura, Torreira e Duncan. Vlahovic? Dopo due partite a secco smania dalla voglia di far gol. Speriamo. In anchina smania anche il giovane Maleh. Ma Duncan, efficace nelle ultime partite, sembra favorito nel ruolo. E gli avversari? Italiano ne ha parlato così: «L’attacco dell’Udinese? Deulofeu e’ bravo nell’uno contro uno, Pussetto attacca bene la profondita’, ed entrambe le situazioni vengono fatte con alta qualita’. Per me sono giocatori di livello, l’Udinese in casa e’ compatta, ti concede poco, hanno una fisicita’ esagerata, quindi bisognera’ stare attenti alle palle inattive come angoli e punizioni laterali, e cercare di avere piu’ attenzione nelle situazioni dove andiamo in pericolo perche’ ne stiamo concedendo poche, ma il fatto che subiamo spesso gol sta iniziando a non andare bene». Per Italiano nel frattempo siamo a quasi tre mesi dal suo approdo sulla panchina gigliata. Giusto l’occasione per festeggiare l’evento con una vittoria e il salto a 12 punti in classifica. Per ricominciare a correre.

Le probabili formazioni

UDINESE (3-5-1-1): Silvestri; Becao, Nuytinck, Samir; N. Molina, Arslan, Walace, Makengo, Stryger; Pereyra; Pussetto. All:: Gotti

FIORENTINA (4-3-3): Dragowski; Odriozola, Milenkovic, Martinez Quarta, Biraghi; Bonaventura, Torreira, Duncan; Saponara, Vlahovic, Callejon. All.: Italiano

Arbitro: Gherzini di Genova

Diretta tv DAZN ore 15

Fiorentina, italiano, Odriozola, Saponara, Udinese

Football news:

Ronaldo sulla critica di Sulscher: i giocatori del Manchester United devono assumersi la responsabilità per se stessi. Tutti nella stessa barca
Sulscher Pro Manchester United: non siamo contenti di aver perso punti. Ma Ronaldo è con noi solo un mese, Sancho due. Aggiungeremo
Müller su Kimmich: come compagno di squadra sono a favore della vaccinazione, se penso agli altri come amico, posso prendere la sua decisione
Chelsea non comprera ' Saul. Ha trascorso 45 minuti in APL
Pioli su 4:2 con Bologna: il Milan ha sbagliato a decidere che il gioco è finito a 2:0, ma ha trovato la forza per vincere
Steve McManaman: Rüdiger è migliore dei difensori del Real Madrid e lo renderà più forte. Presto sarà il posto più affascinante del mondo
Il Milan ha vinto 8 delle prime 9 partite del campionato per la prima volta dalla stagione 1954/55