Italy

Firenze: 11 provvedimenti di custodia cautelare per sfruttamento del lavoro di cittadini extracomunitari

FIRENZE – Sfruttavano lavoratori stranieri facendoli lavorare per 12-13 ore al giorno alla distribuzione di volantini per pochi euro. Un sistema che prevedeva anche il tracciamento dei distributori. I carabinieri del comando per la Tutela del Lavoro e dei comandi provinciali di Firenze, Prato e Pistoia hanno eseguito undici provvedimenti di custodia cautelare (sei in carcere, una ai domiciliari, e quattro obblighi di dimora) nei confronti di persone accusate, a vario titolo, di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro.

Nel corso dell’operazione, gli investigatori hanno anche sequestrato beni e denaro per un valore complessivo di 500mila euro. Le indagini svolte dai carabinieri sono partite dopo una segnalazione di anomalie in una richiesta di protezione internazionale da parte di un cittadino straniero ospite del centro accoglienza speciale (Cas) di Scandicci, in provincia di Firenze. Le verifiche hanno fatto luce sullo sfruttamento di circa ottanta lavoratori extracomunitari, prevalentemente dall’Africa, da parte dei gestori delle società finite nel mirino.

In particolare, i carabinieri hanno accertato le modalità con le quali le persone arrestate costringevano i lavoratori a distribuire volantini pubblicitari di note catene commerciali nazionali e internazionali per 12-13 ore di lavoro giornaliere in quasi tutte le province della Toscana con una retribuzione che non superava i trenta euro, compenso che in parte veniva trattenuto dai caporali delle società. Le persone indagate controllavano i lavoratori anche con dispositivi elettronici di tracciamento e positioning.

Fra i destinatari dei provvedimenti figurano un ospite del Cas di Campi Bisenzio (Fi), e uno della struttura Caritas di SestoFiorentino (Fi); altri due erano già ospitati presso le strutture degli Sprar (Sistemi di protezione per i richiedenti asilo e rifugiati) di Scandicci e Campi Bisenzio

Football news:

Per Lione ha segnato una speciale unica per la città: la radice mette in Champions League solo da lui. E i francesi con i suoi gol non perdono
Il capitano Lyon non voleva Pepa. Ha giocato tutta l'infanzia a piedi nudi e ha aggiunto accanto all'amico Van Dijk
Golovin ha segnato e ha dato un passaggio in una partita amichevole di Monaco con AZ
Müller Pro 8:2 con barca: non abbiamo controllato il gioco anche nella partita con il Brasile nel 2014-m
Ander Herrera: se il PSG non vince la Champions League, non sarà un fallimento
Arsenal sta indagando sul trasferimento di pepe per 72 milioni di sterline. Il club vuole sapere se ha pagato troppo
Ole-Gunnar Sulscher: il Manchester United sa quanto sia doloroso cedere alle semifinali. I giocatori principali sono ora di mettersi alla prova