Italy

Firenze: leader movimento IoApro leva sigili al ristorante, denunciato

Sanzione della questura

FIRENZE – Il leader del movimento nazionale anti-chiusure Covid ‘Ioapro’, Momi El Hawi, per la seconda sera consecutiva ha riaperto ieri il suo locale, a Firenze, ‘Tito’ in via Baracca ed ha subìto così un altro controllo della polizia. Multati con la sanzione anti-Covid i 37 avventori trovati all’interno e denunciato lui stesso. La polizia è intervenuta verso le 20. La denuncia penale stavolta è scattata perché El Hawi per esercitare la sua attività di ristoratore ha dovuto rompere i sigilli posti dalle autorità di polizia alla pizzeria dopo un precedente controllo venerdì scorso, quando furono 38 i clienti trovati a cenare dentro il locale e tutti furono multati di 400 euro a testa.
Per questa prima violazione il locale avrebbe dovuto rispettare la chiusura di cinque giorni (anche per l’asporto) ma la rimozione dei sigilli verificata dai poliziotti sabato sera adesso fa riazzerare la sanzione accessoria decisa alla questura. Quindi ‘Tito’ dovrà stare chiuso altri cinque giorni da oggi.

#Ioapro, leader, ristorante

Football news:

Vlašić ha superato Cristiano, ma è partito da Muriel, e Lukaku ha un record di 88% : continuiamo a scegliere il miglior giocatore della stagione in Serie A
Punizione per 9 club della Super League: una donazione totale di 15 milioni e un rifiuto del 5% dei proventi europei. Con il Real Madrid, la Juve e la barca, la UEFA promette di capire di più
Neymar estenderà il contratto con il PSG fino al 2026. Annunciano può sabato
L'Arsenal può firmare Onan se la sua squalifica viene ridotta. Ajax vuole un portiere di 14 milioni di euro
Lille mantiene il vantaggio in campionato 1 per due turni prima della fine. Le ultime partite - con Saint-Etienne e Angers
Il presidente della FIFA Gianni Infantino ha risposto a una domanda su tre club che non sono ancora usciti dalla Super League: Real Madrid, Juventus e Barcellona
Golovin ha superato il test negativo per il coronavirus