This article was added by the user . TheWorldNews is not responsible for the content of the platform.

Focolaio in una scuola a Brescia, positivi al Covid 11 docenti: tutte le classi in quarantena

Tutte le 15 classi di una scuola elementare nel Bresciano sono finite in quarantena dopo che 11 docenti sono risultati positivi al tampone Covid: le lezioni per loro continueranno in dad.

Tutte la classi in quarantena dopo che 11 docenti sono risultati positivi al Covid. È successo nella scuola elementare "Ugolini" di Brescia: qui da venerdì tutto l'edificio è deserto dopo la positività al tampone di gran parte dei docenti. Così la scuola senza pensarci ha fatto scattare il protocollo che prevede la quarantena per le classi venute a contatto con gli insegnanti positivi, ovvero in questo caso tutte. Conclusione: i bambini di 15 le classi sono in isolamento a casa.

355 bambini sottoposti a tampone

Il numero di contagi è cresciuto negli ultimi giorni: venerdì 26 novembre – come riporta Brescia Today – i casi accertati erano poco più di un paio. Con il passare dei giorni però sono emersi altri docenti positivi al tampone. Se in un primo momento erano solo quattro le classi in quarantena, ora sono state tutte e 15. Subito sono state allertate la famiglie che hanno tenuto a casa i bambini mentre la scuola ha attivato lo screening su tutti i piccoli studenti: su 355 bambini la maggior parte sono risultati positivi, mentre sono 11, ovvero la gran parte i docenti contagiati dal Coronavirus. Ora per tutte le classi le lezioni continueranno in dad, in attesa della guarigione dei positivi e la fine della quarantena per tutti. I bambini riusciranno a tornare forse in classe prima di Natale. Nessuno dei contagiati sarebbe in gravi condizioni.

Focolaio durante una festa tra agenti della polizia locale

Solo tre settimane fa era scoppiato un altro focolaio durante una festa tra agenti della polizia di Milano, in onore a un collega in procinto della pensione: al termine dei festeggiamenti 12 di questi sono risultati positivi. Così è scattato il protocollo: gli agenti sono finiti in quarantena mentre tutti gli uffici e le auto della pattuglia da loro utilizzati sono stati sanificati. Anche in questo focolaio nessuno è risultato in gravi condizioni: si trattano di persone tutte vaccinate.