Italy

Fotografia, imparare in teoria e pratica La nuova collana

Una delle foto più famose di Henri Cartier-Bresson fu scattata nel 1932 a Bruxelles. Ritrae due uomini davanti a una recinzione, quello più a sinistra sbircia al di là della barriera, attraverso un buco. Commentando questa immagine sulle pagine de «la Lettura» del «Corriere della Sera» lo scorso 15 marzo, il regista tedesco Wim Wenders, scriveva: «La cosa sorprendente è che entrambi sembrano essere totalmente inconsapevoli del “vero osservatore” che li sta spiando: l’uomo con la fotocamera, il “Terzo Uomo”, Henri Cartier-Bresson. Mentre i due uomini incarnano l’origine stessa della fotografia: vedere con i proprio occhi versus guardare attraverso un’apertura. La bellezza di questa foto sta nel riconoscere l’intera gamma del “vedere”, proprio grazie all’invisibile terzo spettatore, il fotografo». «Lui — prosegue il regista, grande appassionato di fotografia — vede con i suoi occhi e preserva un’immagine di questo momento per tutti noi».

Il primo volume della serie, «Il bianco e nero», in edicola il 27 marzo a 8,90 euro più il prezzo consueto del quotidiano
Il primo volume della serie, «Il bianco e nero», in edicola il 27 marzo a 8,90 euro più il prezzo consueto del quotidiano

In un mondo in cui da ogni parte siamo bombardati da un flusso continuo di immagini usa e getta, che cosa vuol dire oggi fare fotografia? Come ci si allena a quel «vedere» di cui parla Wim Wenders? Come si studia la fotografia e che cosa distingue una foto da un’immagine? È per rispondere a domande come questa, fatte da un pubblico sempre più vasto di appassionati, che il «Corriere della Sera» e la «Gazzetta dello Sport» lanciano in edicola una collana inedita dedicata proprio a Fotografia. Teoria, pratica e tecnica, come recitano titolo e sottotitolo dei venticinque volumi acquistabili settimanalmente a partire dal 27 marzo, al prezzo di 8,90 euro. Una collana realizzata insieme a Canon Academy, uno dei marchi più affermati nella didattica della fotografia. Non si tratta soltanto di volumi dedicati alla teoria, alla pratica e alle varie tecniche fotografiche approfondite grazie ai docenti Canon, ma di libri artistici illustrati (ciascuno da 144 pagine), con un grande numero di fotografie e di illustrazioni. Teoria e allenamento alla lettura dell’immagine si mescolano, quindi, come non potrebbe essere diversamente per una disciplina che coniuga tecnologia e arte. «Pensiamo a come questa scienza, la fotografia, divenuta arte, passione e professione, in neanche duecento anni dalla sua nascita ha saputo raccontare, influenzare il nostro mondo e accompagnare i nostri gesti quotidiani», sottolinea Matteo La Torre di Canon Academy Italia nell’introduzione al primo volume. «Non possiamo prescindere dal raccontare e condividere un’emozione e un’esperienza con una foto su un social media, così come non possiamo non corredare un nostro documento di lavoro con fotografie che descrivono il nostro progetto o gettano un ponte emozionale verso il nostro interlocutore. La fotografia non è solo uno strumento fondamentale per comunicare e condividere emozioni e ricordi, ma anche un linguaggio a cui aziende e istituzioni si affidano per promuovere il proprio contenuto».

Il primo volume è dedicato al bianco e nero. Si parte, così, dalle origini stesse della fotografia. «Ha senso al giorno d’oggi occuparsi di fotografia in bianco e nero?», si chiede La Torre. «Se si dovesse azzardare un paragone ardito si potrebbe dire che la fotografia in bianco e nero sta alla radio come quella a colori sta alla televisione. Come la radio richiede una partecipazione attiva da parte dell’ascoltatore che deve utilizzare la fantasia per ricostruire nella propria mente le immagini che vengono suggerite dalle parole. Di fronte a una foto in bianco e nero chi la guarda non può davvero rimanere passivo. In un mondo in cui le immagini sono divorate a ritmi sempre più veloci e con un livello di attenzione sempre più basso e meno critico, il bianco e nero impone ritmi differenti».

La settimana successiva sarà la volta del ritratto. «A rendere peculiare la fotografia di ritratto — si legge nell’introduzione al secondo volume — non sono tanto gli aspetti tecnici quanto piuttosto la sua inscindibile connessione con il fattore umano, in funzione del quale si è obbligati a progettare tutto il processo creativo che porta alla realizzazione dell’immagine finale».

E così via, di settimana in settimana, ciascun volume affronterà generi, temi e stili con i rispettivi esperti. Passando, giusto per citarne alcuni, dal paesaggio al colore, dalla street photography al fotoreportage. E, ancora, si affronteranno la fotografia di neonati e quella di architettura. Fino ad arrivare allo storytelling fotografico, nell’ultimo volume della serie, in edicola l’11 settembre. Come conclude Matteo La Torre, la sfida «è quella di offrire gli strumenti e suggerire i modi più efficaci per far sì che una fotografia, da semplice riproduzione meccanica di ciò che si trovava davanti all’obiettivo al momento dello scatto, si possa trasformare in un’immagine autoriale».

La collana in sintesi: costi e uscite

Si intitola Fotografia. Teoria, pratica e tecnica la collana di volumi inediti dedicati alla fotografa e realizzata da «Corriere della Sera» e «Gazzetta dello Sport» insieme a Canon Academy. Il primo volume, dedicato al bianco e nero, è in edicola il 27 marzo a euro 8,90 euro, come i successivi. L’intera collana è composta da 25 volumi. Non sono solo libri dove vengono approfondite le tecniche fotografiche, con la guida dei docenti Canon. ma volumi artistici illustrati, da 144 pagine ciascuno. Così da combinare gli aspetti di teoria e tecnica con un allenamento alla visione fotografica. Si arriva, così, a costruire una grammatica del linguaggio visivo con principi teorici, lezioni pratiche e i pareri degli esperti. Di settimana in settimana, ciascun volume presenterà uno specifico ambito e tecnica fotografica. Si parte con Il bianco e nero. La settimana successiva sarà la volta del ritratto, fra luci, sguardi e un po’ di psicologia, per creare l’empatia necessaria al fotografo per cogliere al meglio la persona che ha davanti. La collana presenta vari filoni. Alcuni volumi sono incentrati su applicazioni professionali della fotografia, come quello dedicato al fotoreportage giornalistico o quello sulla Food Photography, dove si approfondirà come i professionisti scattano per presentare al meglio un piatto. O come i volumi sulla foto di matrimonio, su quella di neonati, sullo still life, sull’architettura o sullo sport. Altri volumi sono incentrati su tecniche e linguaggi, come quelli su colore, composizione, movimento o sulla gestione della luce. Non mancano gli approfondimenti su paesaggio, foto di natura e su tecniche particolari come quelle della fotografia astronomica. (d. fed.)