This article was added by the user Anna. TheWorldNews is not responsible for the content of the platform.

Francesco Facchinetti aggredito da Conor McGregor: “È una persona pericolosa”

Francesco Facchinetti è stato aggredito da Conor McGregor. Sangue sul naso e sul labbro superiore: “Non avrei mai pensato di vivere qualcosa del genere”, denuncia il produttore-conduttore su Instagram. La moglie Wilma Faissol: “Pensavo fosse uno scherzo, sono rimasta paralizzata. Le guardie tenevano Francesco al muro”.

Conor McGregor ha aggredito Francesco Facchinetti. È una notizia che sembra uscita direttamente da "Ai confini della realtà", invece è tutto vero. È lo stesso "Capitano Uncino" a denunciare tutto sui social e a mostrare il labbro superiore sanguinante e gonfio: "Sono stato aggredito senza una ragione proprio da Conor McGregor". Il popolare fighter di MMA era presente a una serie di eventi a Roma (c'è anche una foto con José Mourinho, allenatore della Roma, proprio sul profilo del lottatore) e – stando al racconto di Francesco Facchinetti – dopo una conversazione insieme durata ore, McGregor sarebbe scattato e avrebbe tirato un pugno al produttore, cantante e conduttore.

Il racconto di Francesco Facchinetti

"Non avrei mai pensato di vivere qualcosa del genere", fa sapere Francesco Facchinetti, aggredito dal famosissimo Conor McGregor: "Mi ha dato un pugno in bocca e mi ha spaccato il naso davanti a dieci testimoni, i suoi amici e le sue numerose guardie del corpo". Secondo Francesco Facchinetti, McGregor lo avrebbe aggredito senza motivazione: "Abbiamo parlato per più di due ore e ci eravamo anche divertiti insieme. Potevo starmene zitto e non dire niente a nessuno, ma siccome mi è andata bene e sono qui a raccontarlo, devo dire che quella persona è veramente violenta e pericolosa". In un lungo testo, poi aggiunge:

La cosa che mi rattristisce di più, oltre al fatto di essere stato uno dei fan di Conor della prima ora, è che i veri fighters non si comportano così. Sanno di avere delle armi al posto delle mani e di certo non si mettono a prendere a pugni il primo a caso che si trovano davanti. Poteva tirarlo a mia moglie, a chiunque dei miei amici in quella stanza.

L'appello all'Hotel

Francesco Facchinetti si appella all'albergo in cui è avvenuta l'aggressione, nella speranza di diffondere le immagini che chiariscono tutto quello che è successo:

Sono curioso se l'hotel Regis Rome, che sicuramente avrà tutti i filmati di quello che è accaduto, avrà il coraggio di far vedere cosa ha fatto e come si è comportato il sig. McGregor nelle 2 ore in cui siamo stati insieme, compresa l'aggressione. Per fortuna, ci sono stati i suoi amici che lo hanno fermato perché lui sarebbe andato avanti a picchiarmi senza ragione. Ripeto, potrei non denunciare e non fare nulla, ma siccome il Signor McGregor è recidivo a comportamenti del genere, spero che questa sia la volta buona che paghi. Confido nelle autorità e nella legge italiana. Lo abbiamo accolto come un eroe e invece è solo un bullo della peggior specie. Che delusione. Lui avrà anche 50 milioni di followers, soldi e potere, ma a me non interessa andrò dritto fino alla fine.

Anche la moglie di Francesco Facchinetti reagisce

"La prima cosa che ho pensato è uno scherzo, lo fanno apposta, è un mini-show" – ha detto Wilma Faissol, la moglie di Francesco Facchinetti su Instagram. "Sono rimasta paralizzata perché tutte le guardie del corpo di Conor lo tenevano contro il muro, lui voleva continuare a picchiare Francesco. C'era sangue, la guardia del corpo ci ha dato dei fazzoletti e ci ha cacciati via. Dall'hotel ci hanno fatti uscire dalla porta laterale, come se tutto andasse bene. Io piangevo, tremavo, abbiamo chiamato polizia e ambulanza. Abbiamo fatto la denuncia, è una persona instabile: è pericoloso".