Guardia di Finanza (immagine di repertorio)

In 70 percepivano il Reddito di cittadinanza illecitamente con una frode di circa un milione di euro.

Si tratta di cittadini extracomunitari abitanti in Valle Scrivia che non avevano i requisiti necessari quanto a residenza e al soggiorno sul territorio nazionale per dieci anni (di cui gli ultimi due continuativi).

Gli stranieri sono stati individuati dagli investigatori della GdF di Busalla a seguito di una specifica indagine in materia di tutela della spesa pubblica, in sinergia e collaborazione con l’Inps.

Per gli accertamenti sono stati incrociati i dati con le informazioni acquisite sia presso i Comuni che presso i Centri di accoglienza secondaria sul territorio e la collaborazione della locale Questura.

I 70 extracomunitari, assistiti da alcuni Caf compiacenti, sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Genova e all’Inps per l’immediato blocco del beneficio.

Allo stesso tempo, proseguono le azioni di recupero attraverso il sequestro delle somme presenti sui loro conti bancari.