This article was added by the user . TheWorldNews is not responsible for the content of the platform.

Genova, domenica alle 15.30 alla Chiesa della Consolazione c’è il Concerto di Natale

Una vera orchestra d’archi in chiesa, per fare gli auguri di Natale alla cittadinanza.

L’appuntamento con l’Accademia del Chiostro è per domenica 5 dicembre alle ore 15.30 nella Chiesa di Nostra Signora della Consolazione, in via XX Settembre.

Con questo concerto l’Accademia del Chiostro, concluderà la rassegna “Musica nei Musei e non solo…” giunta quest’anno alla 22ma edizione. La rassegna è stata resa possibile dal sostegno di Regione Liguria, Comune di Genova,  Associazione 50&Più Genova. Il concerto si intitola

“In attesa del Santo Natale”: l’ingresso è libero, seguendo le regole previste dalle norme sanitarie attualmente in vigore.

L’Orchestra d’archi de l’Accademia del Chiostro è diretta dal Maestro Massimo Vivaldi: per l’occasione l’orchestra sarà arricchita dall’organo  della chiesa e dal soprano Stefania Pietropaolo. Eseguiranno brani di Georg Friedrich Haendel (Symphony da “The Messiah”) Puccini (Salve Regina), Marc-Antoine Charpentier (Ouverture da “Te Deum”), Edward Elgar (Sanctus da “Nimrod”) e Arcangelo Corelli (concerto “Fatto per la notte di Natale”), chiudendo il repertorio con i canti tradizionali natalizi.

L’ensemble genovese ha concepito il programma partendo dalla storia del luogo che lo ospita. Haendel e Charpentier, infatti, sono contemporanei degli anni in cui venne edificato il convento agostiniano (1681-1706), dove ora sorge la Chiesa della Consolazione. I due musicisti vissero e operarono in Europa come molti altri grandi compositori, scrivendo numerose pagine sacre dedicate al Natale. Tra le composizioni diffuse in quel periodo, c’erano quelle dell’italiano Arcangelo Corelli, vissuto poco prima di Haendel e Charpentier, che con il suo straordinario talento ha lasciato una traccia indelebile nella storia della musica ed entra a buon titolo nel concerto dell’Accademia del Chiostro. Arricchiranno il programma una composizione di Edward Elgar, musicista inglese vissuto tra la seconda metà dell’800 e il primo ‘900, e una composizione di Giacomo Puccini, noto spesso solo per le opere straordinarie che ha scritto, per finire con i canti tradizionali che celebrano il Natale.

L’Associazione culturale Accademia del Chiostro si è costituita nel 1991, fondata dalla violoncellista genovese Donatella Ferraris, eseguendo il primo concerto proprio nella Chiesa della Consolazione. Partendo dal primo nucleo formato da musicisti diplomati al Conservatorio “Nicolò Paganini”, dopo un lungo periodo di attività nel 2019  è nata  l’Orchestra. L’iniziativa era  rafforzata dalla convinzione che nel 2019 fosse ormai giunto il momento di lanciare giovani musicisti, fornendo concrete possibilità di crescita professionale. In questo quadro  il 30 marzo 2019 debuttò Anastasia D’Amico, figlia di uno dei fondatori e anche lei diplomata al Conservatorio Paganini.

«Oltre a sostenere il valore dello scambio fra generazioni – dichiara Donatella Ferraris, presidente dell’Accademia del Chiostro – riteniamo giusto difendere la professionalità di un settore che sconta l’apparente facilità ad avvicinarsi agli strumenti musicali, mentre occorrono anni di formazione e molte ore quotidiane di studio per potersi definire professionisti. Per questo credo nell’opportunità di istituire un albo dei musicisti, come esiste quello di tante altre categorie. Un’esigenza avvertita come ancora più urgente durante il lockdown, quando abbiamo deciso di affrontare le difficoltà non esibendoci a distanza o alla finestra, ma partecipando a bandi pubblici per portare avanti un’attività volta al sociale, per esempio con la registrazione di musiche destinate ai residenti delle RSA (Residenze Sanitarie Assistenziali). La musica è per tutti e noi vogliamo metterci a disposizione di chi la vuole ascoltare, perché è una chiave che apre tutte le porte. Per questo concerto di Natale ringraziamo il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti; L’assessore regionale Ilaria Cavo; il sindaco Marco Bucci; l’assessore comunale Barbara Grosso; Brigida Gallinaro, Alessandra Rissotto e Padre Pier Luigi De Giacomi,  Parroco della Consolazione”.

CHI E’ STEFANIA PIETROPAOLO – Nata a Genova, studia violino e canto al Conservatorio di Musica N.Paganini e A.Vivaldi di Alessandria. Si diploma in canto con l’insegnante Franca Mattiucci e si perfeziona con Lina Ajmaro e Janet Perry. Debutta nell'”Orfeo” di Monteverdi; partecipa alla rappresentazione del “Tannhauser” di R.Wagner,diretto dal maestro M.Horvat nell’allestimento del Teatro dell’Opera di Genova. Ha cantato nel “Rigoletto” e ne “L’elisir d’amore” prodotti dall’Opera Giocosa di Savona nelle stagioni operistiche 2001-2002 e 2002-2003. A Gerona (Spagna) concerto di Lieder da Bach a Schoemberg nell’ambito del Festival Internazionale di Musica da Camera 2004. Nella stagione danese 2004 ha cantato nel ruolo di Fiordiligi nel “Così fan tutte” di Mozart e a Tolosa (Francia) ha cantato alla prima assoluta dell’Opera-Oratorio “Mireio” per il centenario del premio Nobel F.Mistral. Con l’Orchestra Sinfonica di Sanremo ha eseguito il “Gloria” di Vivaldi e la “Missa Brevis” di Haydn (2005). Collabora stabilmente con le orchestre sopra citate ed anche con l’Orchestra Femminile Alma Mahler. Nel 2009 ha interpretato il ruolo della protagonista nell’opera “Anastasia” di B.Contini, nella prima europea al Teatro Ariston di Sanremo. Svolge attività didattica in corsi diperfezionamento musicale come quelli estivi di Bergolo (CN),il Laboratorio Musicale di Perinaldo (IM),Master di Canto a Nizza (Francia); regolarmente invitata come Membro di Giuria in concorsi vocali nazionali ed internazionali. Ha insegnato canto lirico nel Liceo Musicale Mater di Sanremo e attualmente è docente di canto lirico presso il Liceo Musicale Cardarelli della Spezia.

CHI E’ MASSIMO VIVALDI – Conseguito il diploma di violino, Massimo Vivaldi si è successivamente dedicato allo studio della musica rinascimentale e barocca secondo la prassi esecutiva filologica con strumenti originali, intraprendendo un’intensa attività concertistica in qualità di violinista, violista e tenor-violista in Italia e all’estero. Compare inoltre in varie incisioni di prestigiosi ensemble con importanti case discografiche italiane e straniere. Dedicatosi successivamente allo studio del canto, ha partecipato a vari concerti come solista e in varie formazioni corali. Ha studiato composizione sotto la guida dei Maestri Raffaele Cecconi e Federico Ermirio e ha frequentato i corsi di Analisi Musicale e Musica da Camera rispettivamente con i Maestri Mauro Balma e Massimiliano Damerini. Attualmente allievo del M° Yoichi Sugiyama per la direzione d’orchestra.

PAOLO FIZZAROTTI