Italy

Geometra di Grado scomparso in Sardegna, il mistero della lavatrice accesa

Nessuna traccia di Alessandro Zaniboni. L’elettrodomestico attivato scoperto dalla mamma Marisa e dal fratello Gianluca arrivati sull’Isola

GRADONonostante le incessanti ricerche nessuna notizia ancora del gradese 55enne Alessandro Zaniboni, scomparso da domenica dell’altra settimana sui monti della Sardegna, in provincia di Nuoro. Nell’abitazione che aveva preso in affitto, la lavatrice era accesa con i panni lavati all’interno. Ciò significa che Alessandro Zaniboni aveva intenzione di rientrare presto a casa, dopo una semplice e nemmeno tanto lunga escursione.

La scoperta della lavatrice con la spia accesa è stata fatta dalla mamma Marisa Clama e dal fratello Gianluca Zaniboni, giunti in zona sabato sera recandosi immediatamente al commissariato di Tortolì. «Qui – racconta Gianluca – abbiamo incontrato il commissario; è stata una sensazione piacevole parlare a un metro di distanza con lui dopo averci parlato per telefono da lunga distanza. Dalla voce me lo immaginavo un omone alla Bud Spencer; a parte la barba è proprio un omone gentile, ci voleva offrire la cena, visto che non avevamo ancora mangiato ma erano le dieci di sera. Non ci pareva il caso e abbiamo rifiutato l’invito. È stato molto gentile; sono tutti molto gentili, sarà perché il fatto è così grave...».

Ieri Gianluca Zaniboni, aiutato dal responsabile del carro attrezzi («qui sono tutti davvero molto gentili») s’è recato sul luogo del ritrovamento dell’auto del fratello ed è rimasto colpito da come sia impervia la zona. «Oggi (ieri, ndr) ero sul posto; è commovente vedere quanta gente lo cerca con impegno. Ho visto gente risalire grondanti di sudore, come se avessero preso una secchiata d’acqua».

Interessante è cercare di capire come sia arrivato in quel punto. Dalle ricostruzioni del cellulare tracciato dalle autorità il gradese è arrivato fino a quel punto per una strada impervia: «L’ho percorsa anch’io – dice il fratello Gianluca - non è neanche uno sterrato, è fatta di buche e sassi, tanto che in molti restano in panne e chiamano il carro attrezzi perché bucano o rompono il fondo dell’auto; Noi l’abbiamo fatta in jeep».

L’ultimo rilevamento è delle 15.30 poi nulla più; con molta probabilità il cellulare s’è scaricato o s’è rotto durante la probabile (questa è l’ipotesi) caduta in qualche scarpata. «Nel sentiero mio fratello non c’è sicuramente; l’ipotesi è che si sia perso spostandosi dal sentiero stesso», dice Gianluca.

A Grado in questi giorni non si parla d’altro e le persone che si sono fatte avanti con la famiglia per stringersi vicino ai famigliari sono davvero numerose, tanto che mamma e fratello esprimono un «enorme ringraziamento alla marea di persone che ci hanno dato un sostegno con telefonate o messaggi vari. In un momento così difficile, seppur per un solo momento, ci hanno alleviato da un dolore così grande e lo hanno reso, seppure per un momento, più sostenibile».

Gianluca Zaniboni esprime poi un «ringraziamento grande grande» al popolo della Sardegna: «Si stanno impegnando fino in fondo per trovare mio fratello; per loro è come se fosse un familiare; è sempre così. Perché di gente che si perde in quei posti succede piuttosto spesso. Anche ieri si sono persi due di loro. Solo che avevano il telefonino acceso, hanno chiesto aiuto e li hanno trovati. E pensare – conclude - che volevamo venire in Sardegna già tempo fa ma dovevamo farlo per venire in vacanza e non per un circostanza così grave. Poi il Covid ha rimandato il progetto».

Football news:

Oh, merda! E vogliono giocare per la Juve? Allegri ha giurato dopo la partita con il Milan
Il Presidente del Borussia Dortmund Hans-Joachim Watzke ha parlato di una possibile partenza dal club dell'attaccante Erling Holand
Roy Keen: il Tottenham era così male nella partita contro il Chelsea che non potevo credere. I giocatori non vogliono difendersi
Ancelotti sulla Coppa del mondo ogni 2 anni: passiamo ogni anno, una volta questo caso
Ronaldo ha perso 288 000 euro a causa di frodi travel-agente con le carte di credito giocatore
Sei felice di tornare Glushakov e Dzyuba in nazionale? Rimonta dell'anno
La Juventus è già come la squadra di Allegri senza palla, ma non possiede alcuna altra modalità. Milano ancora punito per questo