Italy

Giorgia Soleri, fidanzata di Damiano, racconta la malattia: “La vulvodinia mi ha rovinato la vita”

Modella e influencer, Giorgia Soleri è salita agli onori delle cronache per la relazione con Damiano David dei Maneskin, svelata dopo ben quattro anni d'amore. L'attenzione si è accesa sulla giovane milanese residente a Milano, e su un tema molto delicato che lei stessa ha contribuito a diffondere sui social. Con molto coraggio, la ragazza ha infatti parlato dei momenti difficili vissuti a causa di una malattia fortemente invalidante che la interessa, la vulvodinia.

L'esperienza di Giorgia Soleri

"La chiamano “malattia invisibile” ma io ricordo con estrema precisione tutte le rinunce e le limitazioni a cui mi ha costretta",  raccontava Giorgia Soleri a ottobre 2020, mostrandosi in lacrime, "Così ho deciso di mostrarvi la parte più brutta, più marcia, più nera. Ma più reale. Questa foto è stata scattata in una delle infinite notti che in questi 8 anni sono state interrotte da dolore, brividi, urla e lacrime, e che mi hanno rovinato la vita". La Soleri ha raccontato tutti gli aspetti terribili di questa patologia.

Mi sono sentita dire di tutto, che sono pazza, ansiosa, frigida, bugiarda. Che ho paura del sesso, che dovrei masturbarmi di più. La parte peggiore è l’estrema solitudine in cui vieni buttata, giudicata da chi hai intorno e incompresa da chi dovrebbe trovare una diagnosi. Impari a considerare quel dolore come parte di te, è la tua quotidianità. Così come i sacrifici. Niente jeans stretti, niente collant, niente cibi acidi, niente alcool, niente zuccheri, niente mutande colorate o sintetiche, niente uscite serale, niente di niente. Anche programmare una vacanza diventa un incubo sapendo che potresti passarla sdraiata in un letto a soffrire. Quando ho finalmente dato un nome a tutto questo ho scoperto non solo di non essere sola, ma che le donne affette da questa patologia sono tantissime e tutte hanno in comune questa sensazioni di essere state totalmente abbandonate nel loro dolore, ho promesso a me stessa che avrei lavorato ogni giorno per fare in modo che nessuno si sentisse più così. Non siamo colpevoli, non siamo rotte e non siamo difettose. Siamo malate e meritiamo comprensione e rispetto.

Sul suo profili Instagram, Giogia conserva diverse Stories che documentano e spiegano in modo approfondito la patologia. Particolarmente drammatici i particolari sulla sua esperienza personale e sui lunghi anni di dolore prima di avere finalmente la diagnosi. La modella ha svelato di soffrire anche di contrattura del pavimento pelvico e neuropatia.

Cos'è la vulvodinia

La vulvodinia colpisce una donna su 7 ed è una condizione patologica che può interessare la vulva caratterizzata da dolore, bruciore e fastidio che interferiscono con la qualità della vita. Non è presente alcuna lesione fisica riconoscibile, a parte l'arrossamento del vestibolo. Proprio l'assenza di sintomi visibili spesso porta molti medici a indicare alle pazienti che il dolore è di origine psicogena. Solo negli ultimi anni la ricerca ha finalmente riconosciuto e iniziato a studiare questa patologia. La contrattura del pavimento pelvico è un fenomeno spesso incontrollabile e può essere una conseguenza della vulvodinia o di cistiti, vaginiti o ragadi. La neuropatia pelvica o dolore pelvico cronico è un dolore che persiste in sede pelvica e/o perineale.

Football news:

Mortin ricorda Euro 2004: ha quasi litigato nelle giunture, si è difeso contro il giovane Cristiano e ha capito l'eccitazione del ponte
Gareth Southgate: non dovremmo essere snob di calcio. Nelle partite con le migliori squadre è importante la diversità
Leonid Slutsky: è ancora convinto che la Finlandia sia l'outsider del nostro gruppo. Sono stati molto fortunati contro la Danimarca
Non sono razzista! Arnautovic si è scusato per gli insulti nei confronti dei giocatori della Nazionale della Macedonia Del Nord
Gary Lineker: Mbappe è una star mondiale, sostituirà Ronaldo, ma non Messi. Leo fa cose di cui gli altri non sono in grado
Un fan Spagnolo va alle partite della nazionale dal 1979. È arrivato in euro con il famoso tamburo (potrebbe averlo perso durante il Lockdown)
Ronaldo ha rimosso la coca-cola sponsorizzata in una conferenza stampa. Cristiano è duro contro lo zucchero-non lo pubblicizza nemmeno