Italy

Giustizia, alla Camera rush finale per il voto di fiducia. Conte a Cartabia: "Andrà tutto bene"

Il voto definitivo sarà domani. Ma anche oggi sarà una lunga notte di lavori alla Camera. Dopo che il governo ha posto ieri a tarda sera la questione di fiducia sulla riforma della giustiia, oggi poco dopo le 21 È è iniziata a Montecitorio, che si concluderà nella notte con due voti di fiducia sulla riforma. All'indomani dell'occupazione dei banchi del governo da parte di alcuni deputati dell'Alternativa c'è in protesta contro lo strumento della fiducia, in Aula i deputati del partito hanno inscenato una nuova protesta al termine dell'intervento di Francesco Forciniti alzando per per protesta contro il provvedimento alcuni cartelli, subito fatti rimuovere dal presidente di turno, Ettore Rosato.

Alla seduta è presente anche la Guardasigilli Marta Cartabia. Proprio la ministra questa mattina a Bologna a margine della celerazione dell'anniversario della strage del 2 agosto 1980 ha avuto un breve colloquio con il leader in pectore dei 5 Stelle, Giuseppe Conte. "Oggi andrà tutto bene", ha assicurato l'ex presidente del Consiglio. Arriviamo al voto con la coscienza pulita. Abbiamo fatto tutto il possibile per migliorare questi interventi in termini di giustizia in un impianto complessivo costruito con il ministro Bonafede, crediamo di aver aggiunto dei miglioramenti". Per questo, ha concluso, i parlamentari del M5s voteranno "sì alla fiducia con compattezza".

Strage Bologna, Giuseppe Conte: "Importante giungere alla verità. Giustizia per le vittime anche con la nuova riforma"

La questione di fiducia

Ie alle 22,30 il governo ha posto la questione di fiducia sulla riforma della giustizia targata Marta Cartabia e Mario Draghi e stasera alla stessa ora cominceranno le votazioni che andranno avanti nella notte. Il ministro per i Rapporti con il Parlamento Federico D'Incà ha faticato a leggere la formula di rito che annuncia la fiducia. Il presidente Roberto Fico ha dovuto chiamare i commessi a protezione del banco del governo e del ministro, assediati dal manipolo dei deputati di Alternativa c'è urlanti e schiamazzanti. Sono ex grillini, cacciati, dissidenti, allontanati che si sono associati a Fratelli d'Italia nell'ostacolare la discussione del progetto Cartabia.

Sono 15 e sono una componente del gruppo Misto. Le solite voci di corridoio dicono che ci sono altri cinque grillini pronti ad aderire alla componente, permettendo quindi di formare un gruppo vero e proprio. Il leader è Andrea Colletti che dopo la protesta, durata pochi minuti, ha consegnato alla storia le motivazioni del gesto dimostrativo: "Con lo strumento del voto di fiducia, il governo occupa gli spazi democratici del Parlamento e noi, pacificamente, occupiamo, simbolicamente, gli spazi fisici del governo. Chiediamo solo la centralità del Parlamento, quello che è previsto in Costituzione".

Il voto

Stasera i deputati dovranno votare il testo, che diviso in due parti: una delega al governo, che dunque prevede l'emanazione da parte del governo di una serie di decreti legislativi, e alcune norme che una volta approvate entrano in vigore immediatamente. Ma ci sarà una sola dichiarazione di voto.

Cosa succede domani

Ma la proclamazione del risultato non metterà la parola fine all'iter di approvazione. Il regolamento della Camera prevede una coda che andrà in scena domani mattina: si dovranno esaminare gli ordini del giorno e ascoltare le relative dichiarazioni di voto. E infine l'ultimo passaggio: il voto finale di approvazione del testo. Poi la riforma passa al Senato. La Camera però non va in ferie: dal Senato è arrivato il decreto Brunetta che deve essere approvato definitivamente. L'esame inizia domani e se ne occuperanno la commissione Affari costituzionali e Il voto finale sarà poi martedì mattina dopo l’esame degli ordini del giorno. La settimana proseguirà con la conversione del decreto Brunetta sulla Pubblica amministrazione giunto dal Senato e in scadenza l'8 agosto. L'esame inizia domani nelle Commissioni congiunte Affari costituzionali e Lavoro e l'approdo in aula è previsto per giovedì 4 agosto.

Football news:

Gerard Piqué: sono in barca non per essere secondo about terzo, ma per lottare per i trofei
Mourinho circa 1:0 con L'Udinese: i primi 35 minuti di Roma ha mostrato la sua più alta qualità di calcio in stagione
Dov'e ' Leo Messi? I fan di Cadice hanno sfidato il Barça con una canzone dopo 0:0
Kuman about arbitro dopo 0:0 con Cadice: in questo paese rimosso per niente
Allenatore Torino Jurić Pro 1:1 con la Lazio: abbiamo dominato, ma stupidamente perso due punti
Juventus senza Ronaldo va 12 ° in Serie A, Barcellona senza messi-7 ° nella Liga. Le squadre hanno giocato per 5 partite
Kuman rimosso al 97 ° minuto della partita di Barcellona con Cadice