This article was added by the user Anna. TheWorldNews is not responsible for the content of the platform.

Gli Stati Uniti hanno gettato nella spazzatura 15milioni di dosi di vaccino contro il Covid-19

Da marzo a settembre gli Stati Uniti hanno gettato 15milioni di dosi di vaccino contro il Covid-19 mentre in gran pare del mondo la campagna d’immunizzazione è ancora a livelli molto bassi a causa proprio della mancanza di farmaci. È quanto emerso da un’analisi dei CDC USA.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Da marzo a settembre gli Stati Uniti hanno gettato 15milioni di dosi di vaccino contro il Covid-19 mentre in gran pare del mondo la campagna d'immunizzazione è ancora a livelli molto bassi a causa proprio della mancanza di vaccini. È quanto emerge da un'analisi dei CDC: in Louisiana, ad esempio, sono state fatte scadere 224mila dosi, e questo dato è quasi triplicato da luglio ad oggi nonostante lo stato sia alle prese con una quarta ondata di contagi molto pericolosa. Male anche nel Tennessee, dove sono state sprecate 200mila dosi negli ultimi mesi, e in Wisconsin e Alabama.

La gran parte delle dosi di vaccino buttate provengono dai grandi centri di distribuzione farmaceutici: almeno 7,6milioni, secondo i CDC, si trovavano negli hub Walgreens, CVS, Walmart e Rite Aid e le ragioni per le quali questi farmaci sono stati gettati sono molteplici: può accadere che delle fiale si rompanom o che vi siano guasti ai congelatori e interruzioni di corrente che impediscono di rispettare la catena del freddo. Molte altre volte le persone non si presentano agli appuntamenti e la dose riservata loro in una fiala non viene utilizzata. Milioni di dosi sono state lasciate scadere e poi smaltite senza che nessuno le somministrasse.

I dati provenienti dai CDC statunitensi rappresentano un vero e proprio schiaffo in faccia a miliardi di abitanti del pianeta che vorrebbero vaccinarsi, ma non dispongono dei vaccini: secondo Our World in Data, infatti,  solo il 2,7%  delle persone residenti nei paesi a basso reddito ha ricevuto almeno una dose, una quota che causerà milioni di infezioni e migliaia di morti evitabili. Anche Papa Francesco ieri ha fatto appello ai paesi ricchi affinché si impegnino di più in favore delle nazioni povere: "A tutti voglio chiedere in nome di Dio. Ai grandi laboratori, che liberalizzino i brevetti. Compiano un gesto di umanità e permettano che ogni Paese, ogni popolo, ogni essere umano, abbia accesso al vaccino".