Trieste, 16 ott. (LaPresse) – “Questa prima battaglia l’abbiamo vinta” e “da domani torniamo al lavoro, ma non ci fermiamo. Il primo passo sarà il 30 ottobre, quando delegazioni di lavoratori portuali di Trieste e Monfalcone e degli altri scali italiani, delle forze dell’ordine, di sanitari, di giornalisti e di altre categorie di tutta Italia saranno accolte al Senato a Roma per far valere le ragioni di chi chiede l’abolizione del green pass per lavorare”. Lo scrive in un comunicato il Coordinamento lavoratori portuali di Trieste, annunciando la fine della protesta che aveva avviato ieri al varco 4 del porto di Trieste contro l’obbligo del green pass per l’accesso al lavoro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata