"Si tratta del primo caso da gestire di insubordinazione alle regole. Credo che nell'applicazione al primo caso poi ci sarà una prassi che impedirà in futuro il blocco dei lavori", ha spiegato Dario Parrini (Pd)

I lavori della Commissione Affari Costituzionali del Senato sono stati sospesi dopo che è arrivata la segnalazione della presenza in aula della senatrice di Alternativa c’è, Bianca Laura Granato, entrata a Palazzo Madama senza aver esibito il Green pass. “Dopo che è arrivata una comunicazione ufficiale abbiamo appurato che la senatrice era presente ai nostri lavori in violazione della norma e quindi, d’accordo con i Questori, abbiamo comunicato ai membri della Commissione che dovevamo interrompere perché non si può lavorare in presenza di un trasgressore di una regola così fondamentale in aula” ha spiegato Dario Parrini (Pd), presidente della Commissione Affari Costituzionali del Senato. “Adesso per decidere come procedere aspettiamo l’Ufficio di presidenza – ha aggiunto -. Si tratta del primo caso da gestire di insubordinazione alle regole. Credo che nell’applicazione al primo caso poi ci sarà una prassi che impedirà in futuro il blocco dei lavori”.

Il consiglio di presidenza del Senato, secondo quanto si apprende, è riunito per esaminare il caso della senatrice.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata