Roma, 6 mag. (Adnkronos Salute) – L’herpes zoster, il cosiddetto ‘fuoco di Sant’Antonio’, colpisce circa 150mila italiani l’anno. E in alcuni casi dà origine a una complicanza invalidante, la nevralgia post-erpetica, che riduce la qualità della vita di chi ne è colpito. Si calcola che circa un adulto su 3 sia a rischio di sviluppare almeno un episodio e l’incidenza e la gravità aumentano con l’età, arrivando a una persona su 2 tra gli over 85 anni. A fare il punto sulla patologia e sulle nuove opportunità di salute offerte dalla vaccinazione – grazie al nuovo vaccino ricombinate disponibile oggi anche nel nostro Paese – è stato un panel di esperti nel corso dell’incontro online “Proteggersi dall’herpes zoster, un’occasione da non perdere. Quando l’innovazione incontra la prevenzione’, organizzato oggi da Gsk Italia.