Italy

I ristoratori prendono le distanze dai violenti: "Non vogliamo soldi, vogliamo solo lavorare"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Play

Replay

Play Replay Pausa

Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio

Indietro di 10 secondi

Avanti di 10 secondi

Spot

Attiva schermo intero Disattiva schermo intero

Skip

Attendi solo un istante

, dopo che avrai attivato javascript

...
Forse potrebbe interessarti

, dopo che avrai attivato javascript

...

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Fabio Berti, ristoratore emiliano in trasferta a Roma per la manifestazione per chiedere al governo la riapertura delle attività spiega a Today.it le regioni che lo hanno spinto ad aderire all'evento "Io Apro".

"Questo governo manda la gente fuori all'estero e noi qua a morire di fame". Così Fabio Berti, ristoratore emiliano in trasferta a Roma per la manifestazione per chiedere al governo la riapertura delle attività spiega a Today.it le regioni che lo hanno spinto ad aderire all'evento "Io Apro".

"Sono chiuso dal 25 ottobre. Io ho perso il 29,98% e prendo zero di ristori. Non siamo qua a chiedere soldi ma ci dovete far lavorare" spiega Fabio che poi spiega come il movimento abbia preso le distanze da chi all'inizio del pomeriggio ha dato vita a momenti di forte tensione con le forze dell'ordine.

Si parla di

Football news:

Griezmann ha parlato con Hamilton e ha visitato i box Mercedes al Gran Premio di Spagna
Barcellona sente che Neymar l'ha usata. Ha detto che voleva tornare, ma ha esteso il contratto con il PSG (RAC1)
Obameyang-i fan Dell'Arsenal: volevano regalarti qualcosa di buono. Mi dispiace che non siamo riusciti
L'Atlético non ha perso al Camp Nou. L'infortunio di Busquets è un evento di svolta della partita (e una gara di campionato?)
Verratti ha danneggiato i legamenti del ginocchio durante L'allenamento del PSG. La partecipazione All'Euro è ancora in discussione
Il Contratto di Neymar in una foto. Mbappe vuole lo stesso
Il Manchester United vorrebbe firmare L'estate di Bellingham, non Sancho. Il Borussia Dortmund non ha intenzione di vendere Jude