Italy

Il bar Rattazzo non riapre più: le ordinanze non ci fanno ripartire

Anima del quartiere Ticinese dal 1961, chiude definitivamente. Non ha retto al lockdown e alle misure per l’emergenza sanitaria. A dicembre era morto Piero Rattazzo, lo storico titolare

di Rossella Burattino - Instagram: @rossella_burattino

Anima del quartiere Ticinese dal 1961. La Bbc lo aveva definito «santo patrono delle bevute milanesi». Il bar Rattazzo chiude definitivamente. Non ha retto al lockdown ealle misure per l’emergenza sanitaria. Lo storico locale in via Vetere a Milano ha avuto per più due mesi le saracinesche abbassate e ora non le rialzerà più. La notizia è arrivata direttamente dalla pagina Facebook del bar che ha spiegato come «le chiusure e le ordinanze non ci consentono più di ripartire».

L’annuncio su Facebook

«Dopo comunicazioni e smentite risalenti ai mesi scorsi comunichiamo che il Bar Rattazzo non riaprirà definitivamente mai più...il Covid-19 con le chiusure e le ordinanze non ci consentono più di ripartire... Piero non c’è più , purtroppo o per fortuna, perché in un periodo come questo il suo animo non avrebbe retto!...ed il bar senza di Lui ha perso definitivamente la sua anima... ci spiace, il dolore è soprattutto nostro... però bisogna capire quando è il momento di lasciar andare quello che di materiale ci lega alle persone che abbiamo ed ameremo per sempre....ci mancherai sempre ma vivrai in noi nei nostri cuori ...ed in ogni tuo ricordo, in ogni persona che ti ha conosciuto , tutto questo in qualche modo ti renderà immortale per le persone che ti hanno voluto bene o a cui hai voluto bene o semplicemente alle persone a cui hai teso una mano...ed aiutato sempre, dal senza tetto al più umile, ma anche a chi hai temporaneamente dato una mano, un consiglio, una parola buona, un conforto....#RATTAZZOSEMPRENEINOSTRICUORI addio ...».

Un punto di riferimento

Era un punto di riferimento per i milanesi che hanno reagito tristemente all’annuncio. Da chi ricorda i pomeriggi negli anni Settanta trascorsi nel locale a chi ha parlato di un pezzo di storia che finisce, sono moltissimi coloro che si sono uniti alla sofferta decisione dei titolari. Impossibile da parte di questi ultimi non ricordare Piero Rattazzo, storico titolare scomparso a fine dicembre 2019. «In un periodo come questo il suo animo non avrebbe retto, e il bar senza di lui ha perso definitivamente la sua anima», hanno scritto aggiungendo che nonostante il dolore provato bisogna capire quando è il momento di lasciar andare quello che di materiale tiene legati alle persone che ameremo per sempre. L’ultimo saluto: «Rattazzo sempre nei nostri cuori... addio».
[email protected]

ALTRE NOTIZIE SU CORRIERE.IT

Football news:

Ramos ha segnato 5 gol dopo la ripresa della stagione, 3-con un rigore
Jürgen Klopp: i titoli non rendono i giocatori migliori. Non mi piacciono le domande sulla dinastia e sul dominio
Il nuovo contratto di Javi con al Saddah ha un'opzione che consente di andare a Barcellona
Lewandowski sulla vittoria nella finale di Coppa di Germania: hanno dimostrato che il Bayern è la squadra migliore
Pep Guardiola: felice di giocare in Champions League con il Real Madrid, il re di questo torneo
Javi ha esteso il contratto con Al-Sadd fino alla fine della stagione 2020/21
Asensio per la prima volta in 420 giorni è uscito nella formazione di partenza del Real Madrid