Italy

Il Climbing stadium di Arco diventa centro di preparazione della nazionale olimpica: “Una svolta storica per il nostro sport”

ARCO. Sabato 17 aprile è stato presentato ufficialmente l’accordo siglato con la Federazione Arrampicata Sportiva Italiana (Fasi) e l’amministrazione comunale di Arco che sancisce il trasferimento del centro federale italiano al Climbing Stadium fino al 2025, in vista delle olimpiadi di Tokyo 2021 e dell’appuntamento parigino 2024.

Già a luglio dello scorso anno era stato firmato un disciplinare di concessione in uso gratuito per l’utilizzo della parete artificiale e di altri servizi per l’allenamento della nazionale italiana. Con il trasferimento del centro funzionale, inizia invece una nuova era in cui Arco diventa punto di riferimento dell’arrampicata sportiva, non solo regionale o italiano, ma addirittura mondiale

“È per noi un momento importante - ha commentato l’assessore allo sport e politiche giovanili di Arco, Dario Ioppi - finalmente oggi si concretizza una collaborazione con la Federazione italiana di arrampicata fortemente voluta dall'amministrazione, che ha portato al coinvolgimento di una struttura molto importante per il nostro territorio e per tutta la comunità dell’Alto Garda, come il Climbing stadium, che da anni fa crescere il mondo dell’arrampicata".

Arco, con il monte Colodri, è infatti il luogo storico dove tutto ha avuto inizio, dove si è sviluppata la competizione dell’arrampicata grazie al lavoro di alcuni temerari che l'hanno fatta diventare un vero sport e che mai avrebbero immaginato potesse arrivare ai giochi olimpionici. 

“E’ molto bello per noi Federazione essere qui vicino al luogo storico dove tutto è nato e riuscire, con il supporto dell’amministrazione comunale di Arco, ad avere un centro di preparazione olimpica e tecnica per le nostre nazionali - ha sottolineato il presidente della Fasi, Davide Battistella - un obiettivo molto importante che collima con la presenza per la prima volta della nostra federazione alle olimpiadi di Tokyo 2021 e di Parigi 2024. Una svolta storica per il nostro sport, per il Comune di Arco e per tutta l’attività outdoor che qui viene praticata. Un motivo di visibilità per questo splendido luogo che tutti noi scalatori amiamo".

Alla cerimonia ha preso parte anche l'amministrazione comunale nella persona del sindaco Alessandro Betta che ha manifestato grande soddisfazione per questo traguardo ottenuto, soprattutto alla luce del difficile momento che la società si trova a vivere. “Da oggi, quando si parlerà di arrampicata si parlerà di Arco e di tutta la comunità del Garda trentino” conclude il sindaco.

Presenti poi anche gli assessori Gabriele Andreasi e Guido Trebo e il presidente del Consiglio comunale Flavio Tamburini, il responsabile della struttura Severino Scassa. Presenti inoltre Claudio Verza, neopresidente dell’associazione Arco Climbing, e Floriano Taliento per Rock Master 2020.

Football news:

Philip Lam: a barca, Pepa avrebbe prodotto 11 Iniesta. In Bayern e City ha sacrificato gli ideali
Ter Stegen sul debito miliardario del Barça: la somma è enorme. Sono contento che non sia io a risolvere questo problema, onestamente
Il giocatore di Pisa è squalificato per 10 partite per una frase sulla ribellione degli schiavi contro il giocatore di colore
L'ex consulente Fiorentina ha ricevuto un anno di libertà vigilata per la morte di Astori. Ha falsificato i documenti che permettevano al calciatore di giocare
Il Barcellona vede Kamaving, Locatelli e Merino sostituire Busquets
In Coppa Italia giocheranno solo le squadre di Serie A e B. I club di Serie C non parteciperanno più al torneo
Barcellona ha tenuto colloqui preliminari con Aguero sulla transizione in estate