Italy

Il Pd: Scoccimarro fuori dalla giunta Critiche anche da Fi

I dem chiedono il ritiro delle deleghe all’assessore no-Pass M5s: Fedriga in imbarazzo. Savino: «In gioco c’è la salute»

Marco Ballico / TRIESTE

Il Partito democratico chiede il ritiro delle deleghe di Fabio Scoccimarro. Il Movimento 5 stelle parla di un Massimiliano Fedriga «messo ancora una volta in imbarazzo» dall’assessore di Fratelli d’Italia. E pure Forza Italia non nasconde il malumore.

Non è passato inosservato il post pubblicato dall’esponente della giunta regionale: un’immagine provocatoria in cui l’articolo 1 della Costituzione italiana viene “riscritto” in era di certificazione verde. «Una Repubblica democratica fondata non più sul lavoro, ma sul Green pass», si legge infatti sulla bacheca Facebook di Scoccimarro, in linea con la posizione della presidente del partito Giorgia Meloni che pure domenica, in un comizio a Bologna, ha ripetuto la sua netta contrarietà agli obblighi legati al Green pass. Nulla di diverso da quanto sostenuto dall’assessore all’Ambiente che, sulla sua pagina social, precisato che «non siamo no vax», rimarca come l’Italia «è l’unica nazionale europea che obbliga i lavoratori al Green pass». Parole e immagini che Scoccimarro ha riferito a normale dialettica («In una coalizione convivono idee diverse e su questo la posizione di FdI è in parte diversa»), ma sulle quali l’opposizione usa toni duri.

«La posizione di contrarietà all’obbligo del Green pass per i lavoratori espressa dall’assessore Scoccimarro è irresponsabile e inaccettabile», dichiara il capogruppo del Pd Diego Moretti aggiungendo una sollecitazione al presidente della Regione Fedriga: «È necessario un pronunciamento ed è corretto un ritiro delle deleghe, visto che per l’assessore pare venire prima la propaganda di Fdi, poi la sicurezza sanitaria del Friuli Venezia Giulia».

Più in generale, prosegue il consigliere dem, «la situazione di confusione che una frangia del Paese sta portando contro il Green pass è già da sola una cosa negativa per tutti. Non abbiamo certo bisogno di altri segnali irresponsabili che avvelenino ulteriormente il clima. Un clima che è stato già abbondantemente appesantito da una parte del centrodestra, soprattutto Lega e FdI, che sull’ambiguità vaccinale ha giocato fino a pochi giorni fa anche in occasione del voto in Parlamento sul decreto Green pass».

Né Fedriga né Scoccimarro commentano l’attacco del Pd. L’assessore, in particolare, ritiene di avere già spiegato a sufficienza. Anche per quel che riguarda il caso personale di una persona che ha avuto il Covid in forma lieve, che fa sapere di avere «ancora anticorpi in misura abbondante» e di essere pronto a fare il vaccino nei prossimi giorni.

Ma dal gruppo M5s arrivano altre critiche: «Affermazioni del genere da parte di un assessore, che si dice peraltro in procinto di vaccinarsi, non hanno bisogno di commenti. Non possiamo però non rimarcare come ancora una volta, dopo l’episodio della bandiera europea ammainata nel suo ufficio, Scoccimarro metta in imbarazzo il proprio presidente». Ma ci sono anche le bacchettate dell’alleato, quelle di Forza Italia. «L’emergenza sanitaria non dovrebbe diventare argomento da campagna elettorale – afferma via comunicato la deputata e coordinatrice regionale azzurra Sandra Savino –: in ballo c’è la salute pubblica, che vale ben più di uno zero virgola in più alle prossime consultazioni».

Legittime tutte le posizioni, ma strizzare l’occhio ai no vax – prosegue la parlamentare triestina –, a costo di creare frizioni in giunta regionale, non mi pare producente per nessuno. Neanche per chi strumentalizza a fini elettorali una misura che tutti noi speriamo possa presto essere archiviata. Perché vorrebbe dire che l’emergenza è finita. Questo è quel che conta, non una manciata di voti in più o in meno»

Football news:

Mbappe salterà la partita con Lille a causa della malattia. Ramos potrebbe tornare nel gruppo Generale del psg la prossima settimana
Agente Lukaku: Romelu nell'ultima stagione al Manchester United ha tenuto in mente Chelsea e Real Madrid. Chelsea-l'amore della sua infanzia
Sinisa Mihajlovic: Осимхен - analfabeta giocatore in senso buono
Piqué è un giocatore gay che ha fatto coming out: il mondo del calcio è in ritardo e tu ci aiuti ad andare avanti. Grazie
Il centrocampista del Borussia Dortmund Axel Witzel può intraprendere una carriera in Serie A
Vinicius è stato insultato per motivi razziali durante la partita con Barca. Il centrocampista del Real Madrid Vinicius Junior ha subito insulti razzisti durante la partita contro il Barcellona al Camp Nou
Kristoffer Ayer: secondo il livello di attacco del Liverpool, sembra che non notino alcuni giocatori dell'avversario