Italy

Il primario dell’ospedale Valduce di Como dà l’allarme: “In esaurimento le scorte di alcuni farmaci”

"I nostri rianimatori hanno quasi esaurito le scorte di Cisatracurio (curaro) e Propofol e non riusciamo a rifornirci da nessuna parte". Questo l'allarme lanciato dal primario dell'ospedale Valduce di Como, il dottor Mario Guidotti, per testimoniare la difficoltà di proseguire nella cura dei malati di Covid-19. Il primario del nosocomio lancia quindi un appello ad aziende, farmacie e tutti coloro che riuscissero ad aiutarli in questo momento così delicato: "Con i nostri intubati fra poco la situazione rischia di farsi drammatica – continua Guidotti -. Speriamo di riuscire ad avere presto almeno un prestito di questi due farmaci indispensabili e preziosi durante l’emergenza Covid-19″.

I dati nella provincia di Como: 706 contagiati al 25 marzo

I dati dei contagi nella provincia di Como, aggiornati a ieri, mercoledì 25 marzo, ammontano a 706. Rispetto a martedì 24, c'è stato un incremento di 71 unità. In attesa di capire i nuovi dati, che parrebbero non eccellenti come testimoniato dal presidente della Lombardia Attilio Fontana, sino a ieri la regione lombarda ha manifestato un trend in calo che si era mantenuto costante per un paio di giorni. Ciò aveva reso soddisfatto l'assessore al Welfare della Lombardia Giulio Gallera che parlava di "uno scalino verso il basso" nella lotta al Coronavirus. La lente d'ingrandimento, per il momento, è puntata sul Bresciano dove sono stati "inviati 150 medici", come dichiarato da Gallera, "e ne arriveranno altri".