Italy

"Il vaccino non funziona", "Fandonie". Scontro in tv tra Brosio e Bassetti

"Il vaccino non funziona!". Paolo Brosio l’ha sparata grossa, forse preso dall’impeto di una discussione già infuocata. Ieri sera, intervenendo come ospite alla trasmissione Zona Bianca, su Rete4, il giornalista si è lasciando andare ad un'affermazione che ha fatto comprensibilmente sobbalzare tutti dalla sedia. Compreso il conduttore Giuseppe Brindisi, che in realtà non stava seduto lì accanto ma faceva il suo mestiere al centro dello studio.

"Ma come? Il vaccino mi porta il 96% in meno nelle terapie intensive, il 97% in meno di morti e non funziona? Io sono fuori di me!", ha sbottato infatti il padrone di casa, prima che Brosio tentasse di argomentare meglio la sua improbabile dichiarazione, non suffragata dai fatti. Costretto a chiarire, il giornalista astigiano ha quindi raddrizzato il tiro e ha argomentato: "Il vaccino è un elemento importante ma non risolutivo, per il semplice motivo che tu sei vaccinato due volte e puoi infettare ed essere infettato. Quindi è stato presentato come la panacea di tutti i mali ma non è così. È un mezzo sì, ma non è risolutivo".

Le parole di Brosio non sono però piaciute al professor Matteo Bassetti, che ascoltava il dibattito in collegamento tradendo una certa perplessità. Il noto infettivologo, infatti, si è legato al dito le considerazioni del giornalista e pochi minuti più tardi non ha perso l’occasione di commentarle. E di smentirle. Rivolgendosi direttamente a Brosio, il direttore Clinica Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova ha così replicato: "Lei lo conosce un farmaco che ha il 100% di efficacia? Io non l’ho ancora conosciuto! Se lei ce l’ha, è il farmaco ideale e prende il premio Nobel. Un antibiotico, un antitumorale o un antipertensivo che funzionino al 100% non esistono. Questa è la medicina, se no si va a chiedere il miracolo a Lourdes. Noi non facciamo i miracoli". Una stoccata al giornalista, di cui è nota la fervente religiosità.

Ma – sempre su Rete4 - Bassetti e Brosio si erano scontrati anche poco prima, quando il giornalista aveva sollevato critiche per la rapida approvazione del vaccino anti-Covid rispetto alle tempistiche tradizionali previste. "Prima dovevano essere testati in laboratorio, poi sugli scimpanzé e dopo sull’uomo. La sperimentazione è stata accelerata al massimo", aveva lamentato Brosio. Ma anche in quel caso, Bassetti lo aveva smentito: "Non è assolutamente così. Qui c’era un’urgenza, quindi si sono fatte coincidere due fasi della sperimentazione. Ma la fase uno sull’animale è stata fatta regolarmente (…) Evitiamo di dire che abbiamo fatto un salto nel buio perché è una fandonia!".

Football news:

Gary Neville: Le Stelle del Manchester United non arano come De Bruyne, Manet, Bernardo e Firmino. Mancano di questa etica lavorativa
Salah si è trasformato in messi. L'ex attaccante della Nazionale inglese Gary Lineker ha parlato Dell'attaccante del Liverpool Mohamed Salah
Chiediamo di punire coloro che accusano ingiustamente Glick di razzismo nella partita contro L'Inghilterra. La Federcalcio polacca si rivolge alla FIFA
Il centrocampista di Milano Rebic ha subito un infortunio muscolare nella partita contro Verona
Il bilancio di Newcastle per l'inverno - 50 milioni di sterline, anche se il club ha il diritto di spendere 190 milioni, senza violare la FFP
Il Chelsea non ha firmato Donnarumma in estate, perché vede mehndi come portiere per anni
L'impresa di Lucas Pack: ha giocato per il Brasile, ha volato 8.000 Km e ha creato 2 gol di Lione. In meno di 48 ore