Con il passare degli anni, Il Volo sta vedendo aumentare il successo musicale a dismisura. Il gruppo composto da tre ragazzi italiani in effetti è stato capace, nel giro di pochissimo tempo, di guadagnarsi una nomea di tutto rispetto. Questa sia in patria, sia, soprattutto, a livello internazionale. La loro storia condivisa partì nel 2009 quando Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble si presentarono alle selezioni della seconda edizione del talent canoro per bambini “Ti lascio una canzone” da solisti. Per volere della conduttrice Antonella Clerici e del regista Roberto Cenci, venne formato un trio di “tenorini”, capace di emozionare gli spettatori con grandi classici come ‘O sole mio, Funiculì funiculà e ‘O surdato ‘nnammurato.

Questa esperienza fu l’incipit di un successo internazionale, ottenuto anche e soprattutto grazie alla firma di un contratto discografico con la Geffen Records. Fu la prima volta per un artista italiano con l’etichetta di proprietà della Universal Music Group. Oggi, a distanza di 11 anni dal loro primo incontro, il trio de Il Volo ha pubblicato la bellezza di undici album, di cui ben 6 in studio.

Il fenomeno de Il Volo

L’appellativo di “tenorini” deriva senza alcun dubbio dal parallelismo con “I Tre Tenori“, ossia il trio composto da Luciano Pavarotti, Placido Domingo e José Carreras che fu attivo tra il 1990 ed il 2007. Come dicevamo, il successo di questi tre giovanissimi italiani ha assunto immediatamente una dimensione internazionale. Nel 2012 ad esempio Il Volo ebbe l’onore di aprire i 12 concerti della leg nord americana del tour “Back to Brooklyn” di Barbra Streisand.

In leggero ritardo invece la vera e propria affermazione in patria, la cui consacrazione ufficiale è avvenuta nel 2015. Sei anni fa infatti Il Volo ottenne la vittoria al Festival di Sanremo grazie alla splendida canzone Grande Amore. Prossimamente ai tre ragazzi de Il Volo sarà riservato l’onore di aprire la stagione estiva delle esibizioni dell’Arena di Verona, dopo la pausa imposta dalla pandemia di Covid-19. Questi ultimi canteranno infatti di fronte a 6000 spettatori nella splendida cornice dell’anfiteatro romano situato nella città veneta.

LEGGI ANCHE: Adele, grave lutto in famiglia: è morto suo padre Mark a soli 57 anni