Italy

Impeachment a Trump, via al processo, i repubblicani divisi prendono tempo

DAL CORRISPONDENTE WASHINGTON Doppio schermo per la politica americana. Da una parte i piani di Joe Biden per contrastare il Covid-19 e rilanciare l’economia; dall’altrail processo a Donald Trump. La Speaker della Camera, Nancy Pelosi, trasmetterà la risoluzione di impeachment al Senato, lunedì 25 gennaio. A quel punto, stando alle regole, dovrebbe cominciare immediatamente la fase finale per stabilire se l’ex presidente abbia «incitato all’insurrezione», cioè all’assalto di Capitol Hill il 6 gennaio. Ma il calendario è ancora fluido. Date e regolamenti si incrociano con le spinte della nuova amministrazione e con le divisioni nel partito repubblicano. Ora spetta al democratico Chuck Schumer, nuovo leader della maggioranza nella Camera Alta, dettare l’agenda. La sua controparte, il repubblicano Mitch McConnell, ha chiesto di rinviare il dibattimento fino a metà febbraio, per consentire a Trump «di organizzare la sua difesa». Per il momento l’ex presidente ha nominato un solo avvocato, Butch Bowers, 55 anni, della South Carolina. Scelta consigliata da Lindsey Graham, uno dei senatori di quello Stato, evidentemente ancora in stretto contatto con «The Donald». Bowers non è una star nazionale, come Jay Sekulov o Alan Dershowitz, i legali del primo impeachment che non saranno della partita.

Il partito repubblicano resta diviso. Il 19 gennaio McConnell, parlando in aula, era stato netto: l’attacco a Capitol Hill «fu provocato dal presidente Trump». Il numero uno dei conservatori sarebbe sempre più schierato per la condanna. Un’occasione imperdibile, pensa, per «spurgare» il partito dalla presenza di Trump. Dall’altra parte Graham replica: «Chi ritiene di poter cancellare Trump, sarà a sua volta cancellato. Senza di lui non andiamo da nessuna parte». È necessario il voto di 67 senatori per dichiarare Trump colpevole. I democratici sono 50, quindi occorrono almeno 17 repubblicani. Ci sono? Ancora troppo presto per dirlo. Sarà il tema delle prossime settimane.

Schumer deve anche preoccuparsi di tenere libera una corsia in Senato per far correre i provvedimenti di Biden e per procedere rapidamente con le ratifiche delle nomine. Ieri, per esempio, il generale Lloyd Austin è diventato Segretario alla Difesa (il primo afroamericano), con un via libera plebiscitario: 93 «sì», 2 «no». In questi giorni Schumer e McConnell stanno trattando. I democratici potrebbero far slittare di qualche settimana l’impeachment; in cambio i repubblicani si impegnano a vagliare senza ostruzionismo sia le nomine che le misure proposte da Biden. In particolare il mega intervento da 1.900 miliardi di dollari. Il pacchetto finanzia i sostegni alle famiglie, alle imprese in difficoltà, oltre a stanziare circa 400 miliardi per l’emergenza coronavirus.

Football news:

Zorc e Ватцке sul фоле sulla Gann prima vittorioso gol del Bayern: l'Erronea la decisione ha determinato l'esito del gioco
Tedeschi i tifosi hanno invitato a boicottare i MONDIALI in Qatar: Lussureggiante vacanza sulle tombe di migliaia di lavoratori migranti - la fine dell'etica e della dignità
Agnelli sulla riforma Champions League: 20 squadre in campionati - è troppo per l'equilibrio
Atlético dopo la critica dell'arbitro dal Real Madrid: alcuni sono abituati a essere sempre soffiati dal vento di passaggio
Nuove realtà del calcio europeo: i club discutono il divieto dei trasferimenti all'interno della Champions League e la riduzione delle migliori leghe per divertimento
Laporta ha intenzione di firmare Alaba e Aguero a barca. Ha già contattato gli agenti dei giocatori
Hazard e Ramos possono giocare contro Elche. Il Real Madrid si fida del belga nonostante gli infortuni