Italy

In fuga con la figlia dalla Costa Smeralda: Lei: "Aggredita dal mio ex"

Una bambina di 8 anni contesa tra due facoltosi manager, lui romano e lei russa, che si scambiano reciproche accuse ora al vaglio della Procura di Tempio. La piccola è stata portata via dalla Costa Smeralda dove era in vacanza con il padre. A prenderla la mamma, una ex dirigente, che lavorava con l'ex patron della Costa Smeralda, Tom Barrack. La bimba è stata ritrovata a 48 ore dalla sua scomparsa. Era a Montecarlo, dove vive abitualmente con la madre.

In Sardegna era sotto la custodia del padre (imprenditore romano, di 49 anni) in un residence a Liscia di Vacce. Da lì via mare, a bordo di uno yacht, è stata portata fino in Corsica, poi il volo su un elicottero privato atterrato nel Principato. Una storia di denunce intrecciate e una contesa che dura anni, dal 2017: l'ultimo episodio è appunto la vacanza interrotta in Sardegna quattro giorni fa, all'ora di pranzo.

Erano circa le 13 quando la madre (una manager russa con passaporto americano di casa in Gallura perché lavorava con Barrack) a sorpresa si è presentata a bordo piscina e alla fine l'ha presa con sé. Sarebbe stata in compagnia di uomo che avrebbe trattenuto il padre, nelle sue braccia i segni di escoriazioni, così recita il referto dei medici.

Secondo il racconto del manager romano da giorni i due seguivano il gruppo familiare, con loro anche i nonni paterni e una tata. Ora, a carico della donna, c'è una denuncia (integrata ieri) per sottrazione di minore (non rapimento), questa l'ipotesi confermata anche dal sostituto procuratore di Tempio Pausania che coordina le indagini, Ilaria Corbelli. Nessuna revoca della potestà genitoriale, né altre imputazioni al momento.

Dopo un giorno la madre ha però presentato a sua volta una denuncia per violenza e aggressione alla questura di Imperia, in Liguria, vicino alla sua residenza. La sua versione stride con quella dell'uomo: non appena si è presentata nel resort (sola, dice) per salutare la bimba l'ex compagno l'avrebbe aggredita e le avrebbe stretto le mani al collo. Da qui la fuga in compagnia della bimba per paura.

Versioni contrastanti e denunce contrapposte presentate dai rispettivi legali: le immagini delle telecamere daranno qualche dettaglio in più oltre ai racconti dei testimoni del residence (al di là dei nonni) i giardinieri e altri turisti. Le indagini, guidate dal tenente colonnello Davide Crapa del comando operativo dei  carabinieri di Olbia sono ancora in corso. A loro la donna si era già presentata a luglio non appena l'ex e la bimba erano arrivati in Sardegna. Ha esposto la situazione di stallo sulla contesa in modo informale e ha manifestato la volontà di riavere con sé la figlia. Ma senza nessuna istanza o denuncia, né precedenti. Alla base, appunto, ci sono i mancati accordi tra i due sul periodo estivo da trascorrere con la figlia post confinamento. Entrambi hanno infatti la potestà genitoriale. Prossimo appuntamento in tribunale: l'11 settembre è prevista un'udienza a Sassari. Ma anche sulla sede giuridizionale – italiana o meno - si potrebbe aprire un contenzioso.

Football news:

L'Inter si è avvicinato alla Juve, ma è improbabile che vinca la serie A. Ci sono problemi con la difesa e il sistema Conte
Sané salterà circa due settimane a causa di un infortunio al ginocchio
Rostov rifiuterà L'offerta di Jenoa su Shomurodov, poiché vuole più di 8 milioni di euro (se)
Mendes ha guadagnato circa 20 milioni di euro per la finestra di trasferimento estivo
Carragher di Arsenale: Liverpool per parecchi anni a venire, ma Arteta può dedurre in Champions League
Roma è la favorita nella lotta per Jović. Il Real Madrid ha suggerimenti da Inter e Milano
Ruben Diash è arrivato a Manchester per completare la transizione a City