Italy

Incontro Renzi – Mancini, il caso finisce al Copasir: audizione del capo del Dis Vecchione

Politica

Incontro Renzi – Mancini, il caso finisce al Copasir: audizione del capo del Dis Vecchione

La decisione è stata presa dal Comitato al termine della riunione di oggi. L’audizione di Vecchione, dice il presidente del Copasir Raffaele Volpi, servirà a fornire all’organismo di controllo sui servizi una "valutazione di tali vicende, limitatamente ai profili di propria competenza" e solo dopo aver ascoltato il direttore del Dis "il Comitato si riserva di procedere a ulteriori approfondimenti ed eventuali altre audizioni", a partire da quelle dei due protagonisti dell’incontro

L’incontro tra Matteo Renzi e lo 007 Marco Mancini finisce al Copasir. La prossima settimana il comitato parlamentare di controllo sui servizi segreti audirà Gennaro Vecchione. L’oggetto dell’audizione sarà proprio il colloquio – ripreso casualmente da una persona presente – avvenuto in un autogrill tra l’ex premier e leader di Italia Viva e Mancini, che è il dirigente dello stesso Dis, documentato da un servizio di ‘Report‘. La decisione è stata presa dal Comitato al termine della riunione di oggi. L’audizione di Vecchione, dice il presidente del Copasir Raffaele Volpi, servirà a fornire all’organismo di controllo sui servizi una “valutazione di tali vicende, limitatamente ai profili di propria competenza” e solo dopo aver ascoltato il direttore del Dis “il Comitato si riserva di procedere a ulteriori approfondimenti ed eventuali altre audizioni”, a partire da quelle dei due protagonisti dell’incontro.

L’incontro tra Renzi e Mancini all’autogrill di Fiano Romano avviene il 23 dicembre, lo stesso giorno in cui il senatore di Italia Viva fa visita a Denis Verdini, in quel momento recluso nel carcere romano di Rebibbia. In quelle settimana l’ex presidente del Consiglio attaccava continuamente Giuseppe Conte per non aver ceduto la delega ai servizi. Ospite di La7, poche ore prima del faccia a faccia con lo 007, Renzi chiede “segnali di novità” al capo dell’esecutivo. L’incontro in autostrada viene motivato così: “Dovevo incontrarlo al Senato, me n’ero dimenticato. Doveva portarmi i babbi, un dolce romagnolo”, spiega il senatore. “O lei vorrebbe dirmi che Mancini è il grande ispiratore della mia battaglia per l’autorità delegata?”, provocava Renzi nei giorni scorsi. Il leader d’Italia viva ha pure attaccato Report, accusando la trasmissione di aver mandato in onda un servizio da “manuale del complottismo”. Ma non ha mai chiarito nel dettaglio l’oggetto del suo colloquio con Mancini.

Sempre oggi il Copasir “ha anche concordato sulla opportunità di svolgere le audizioni, già precedentemente decise, dell’ex Presidente del Consiglio (Giuseppe Conte) e del suo Portavoce (Rocco Casalino), con riferimento alla liberazione avvenuta a dicembre 2020 dei pescatori italiani sequestrati in Libia”. Ieri invece il comitato che si riunisce a Palazzo San Macuto ha deciso di sentire l’attuale premier, Mario Draghi. L’attività del Copasir, che va avanti senza membri dell’opposizione dopo le dimissioni di Adolfo Urso, è oggetto di polemica sollevata da Fratelli d’Italia, che rivendica la presidente da unico partito d’opposizione. “Nessuno mette in dubbio che spetti all’opposizione la presidenza del Copasir. Posso soltanto ribadire la richiesta di ripristinare la legalità, in mancanza della quale, persino le nomine dei vertici dei servizi potrebbero risultare illegittime… Anche le scelte dei direttori e dei vicedirettore dei servizi potrebbero essere inficiate di illegittimità. Quindi, non è una questione di desta o di sinistra, ma di sicurezza nazionale”, ha attaccato ancora oggi Ignazio La Russa. Al quale ha replicato Enrico Borghi del Pd: “Quello che La Russa definisce il ‘ripristino della legalità’ è un onere interamente in carico al solo centrodestra”. Tocca infatti alla Lega rinunciare alla presidenza di Volpi. Ma il partito di Matteo Salvini non ha intenzione di cedere quella poltrona.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

Articolo Precedente

Ddl Zan, Sala: “Va approvato subito. Se verrò confermato sindaco, ci sarà una delega per le Politiche contro le discriminazioni” – Video

next
meteo

Football news:

Mortin ricorda Euro 2004: ha quasi litigato nelle giunture, si è difeso contro il giovane Cristiano e ha capito l'eccitazione del ponte
Gareth Southgate: non dovremmo essere snob di calcio. Nelle partite con le migliori squadre è importante la diversità
Leonid Slutsky: è ancora convinto che la Finlandia sia l'outsider del nostro gruppo. Sono stati molto fortunati contro la Danimarca
Non sono razzista! Arnautovic si è scusato per gli insulti nei confronti dei giocatori della Nazionale della Macedonia Del Nord
Gary Lineker: Mbappe è una star mondiale, sostituirà Ronaldo, ma non Messi. Leo fa cose di cui gli altri non sono in grado
Un fan Spagnolo va alle partite della nazionale dal 1979. È arrivato in euro con il famoso tamburo (potrebbe averlo perso durante il Lockdown)
Ronaldo ha rimosso la coca-cola sponsorizzata in una conferenza stampa. Cristiano è duro contro lo zucchero-non lo pubblicizza nemmeno